Raccontami l'energia: educarsi all'ambiente giocando

Se foste dei bambini, come raccontereste il mondo dell'energia se non giocando? Quale miglior modo, allora, di lanciare un progetto di educazione ambientale basato su un gioco? L'idea è arrivata lo scorso anno da due giovani studentesse dell'Istituto Europeo di Design (meglio noto come IED) di Milano. Teresa Niro e Lara Orrico, prossime di diploma in Illustrazione e Animazione, si sono così trovate a costruire la propria Tesi ideando e montando un vero e proprio gioco sui temi dell'energia e dell'ambiente con cui coinvolgere bambini delle classi quarte elementari.

Educare i bambini allasostenibilità ambientale attraverso

(Educare i bambini alla sostenibilità ambientale attraverso "Raccontami l'Energia", il gioco ideato da due studentesse dello IED di Milano)

Nasce così "Raccontami l'Energia", un gioco da tavolo ripensato e riorganizzato per soddisfare tre importantissime esigenze:

  1. Educare
  2. Sensibilizzare 
  3. Informare

Su cosa? Il nome parla chiaro: efficienza energetica e fonti rinnovabili. Giocando, infatti, i bambini possono acquisire nozioni base in tema energetico, che riguardano sia la tecnologia sia interventi e comportamenti molto pratici e quotidiani che permettono di sfruttare l'energia in maniera consapevole e con nell'ottica del risparmio.

E ora, a un anno dalla prima ideazione del gioco, questo importante progetto di educazione ambientale sbarca nelle scuole coinvolgendo (oltre, ovviamente, allo IED) anche gli Assessorati all'Ambiente delle Provincie di Milano e di Monza e Brianza e la società Infoenergia che coinvolge sessanta Comuni delle due Provincie attraverso il Piano di Azione per l'Energia Sostenibile (PAES) redatto dai Comuni firmatari del progetto europeo Patto dei Sindaci.

("Raccontami l'Energia" sbarca nelle IV elementari delle Provincie di Milano e di Monza e Brianza)

Gli alunni delle quarte elementari delle scuole coinvolte (il Comune di Cormano ha coinvolto nell'iniziativa i bambini delle IV della Scuola Primaria di via Ariosto) si troveranno così a seguire le avventure di un personaggio di fantasia alle prese con le tematiche del consumo consapevole e la realizzazione di una casa dotata delle migliori tecnologie proprio in tema di ambiente e  risparmio energetico. Per farlo, i bambini e il loro eroe seguiranno le indicazioni di un gruppo di esperti che, attraverso una narrazione, li guideranno passo per passo nel gioco.

L'obiettivo è quello di educarli riguardo all'importanza di evitare gli sprechi e di ridurre le emissioni di CO2. Come? Attraverso indicazioni pratiche e concrete che i bambini e le persone a loro vicine possono tranquillamente mettere in atto nella vita di tutti i giorni:

  • Utilizzando lampadine a basso consumo energetico
  • Controllando la temperatura del sistema di riscaldamento e raffreddamento domestico
  • Andando a scuola a piedi
  • Spegnendo le luci quando si esce di casa o da una stanza che rimane inutilizzata

Il gioco dà spazio, inoltre, anche a suggerimenti di grado più complesso, come (per esempio) l'isolamento delle pareti di una abitazione.

E perché il gioco non resti solo un gioco, a tutti i genitori è stata fornita la "Guida al risparmio energetico": un manuale piccolo ma pratico che riprende e approfondisce nel dettaglio i temi affrontati dai loro bambini giocando. 

AutoreDott.ssa Morena Deriu


Visualizza l'elenco dei principali articoli