Da Exosun e Soitec un nuovo tipo di concentratore fotovoltaico

LA CONQUISTA DEL MERCATO FRANCESE

Due giganti del settore del fotovoltaico hanno unito le forze riuscendo a dare vita ad una grande innovazione: Exosun e Soitec hanno messo a punto un nuovo tipo di concentratore in grado di rivoluzionare il settore del fotovoltaico, garantendo una maggiore resa ai pannelli e agli impianti di grandi dimensioni. Da una struttura realizzata realizzata sfruttando un tracker Exosun con 18 o 24 moduli solari Soitec, il concentratore fotovoltaico CX S540 è in grado di raggiungere i 61.2 Kw di capacità per ogni singola unità.

I risultati portati dal concentratore sono stati talmente soddisfacenti da spingere entrambe le compagnie ad utilizzarlo già per i propri prodotti in vendita, dopo poco tempo dalla messa a punto, mentre verrà sfruttato anche per la maggior parte dei progetti legati al fotovoltaico che il Ministero dell'Energia francese ha selezionato alla fine del secondo bando per installazioni fotovoltaiche su larga scala, nel marzo del 2013.

Parco fotovoltaico Exosun

(Parco fotovoltaico Exosun)

TECNOLOGIA PER LA MASSIMA EFFICIENZA

Il prodotto è stato messo a punto proprio grazie all'unione delle forze, delle risorse economiche e delle conoscenze tecnologiche dei due colossi Exosun e Soitec: la prima è stata in grado di mettere a punto tracker con una soglia di precisione pari a 0.1°, mentre la seconda ha saputo mettere a punto dei pannelli fotovoltaici con efficacia pari al 31.8%. Grazie alle lenti Fresnel, la luce viene concentrata 500 volte prima di raggiungere i componenti che convertono i raggi del sole in elettricità, mentre l'utilizzo di materiali come il vetro e metalli assicurano la robustezza e la resistenza dei singoli moduli.

La tecnologia Exosun, di contro, è stata progetta per essere pratica, flessibile, modulare e adatta a qualsiasi tipo di impianto su larga scala. La combinazione tra le due tecnologie ha permesso la creazione del sistema CX S540 consentendo ad esso di massimizzare la generazione di energia. Da tali caratteristiche derivano la grande efficienza del progetto messo a punto e la sua competitività sul mercato francese ed internazionale: il CX S540 costituisce un difficile concorrente, attualmente, da battere per conquistare fette del mercato del fotovoltaico, in particolare per impianti di grandi dimensioni.

Il progetto e la sua applicazione su larga scala all'interno dei piani energetici francesi sono prova del carattere innovativo di tale tecnologia e della sua rilevanza all'interno del programma di transizione energetica del Paese, nonché un metro di paragone per lo sviluppo tecnologico da parte delle aziende concorrenti: un vero e proprio standard da raggiungere per poter mantenere competitività nel settore. Attraverso la cooperazione, Exosun e Soitec non puntano soltanto alla conquista del mercato francese, ma anche a quello internazionale, per rinvigorire il mercato attraverso l'innovazione. 

AutoreDott.ssa Martina Pugno


Visualizza l'elenco dei principali articoli