L'aereo fotovoltaico è pronto al decollo: da marzo il giro del mondo

17mila i suoi pannelli fotovoltaici. L'aereo solare svizzero "Solar Impulse 2" è pronto per decollare e dare il via al tanto agognato giro del mondo. La partenza è prevista per il prossimo marzo e l'intero tour si concluderà nel mese di luglio prossimo. Attualmente il velivolo si trova ad Abu Dhabi dove è stato trasportato a bordo di un Boeing 747-400, partito dall'aerodromo militare di Payerne, cantone di Vaud. "I primi risultati sono in linea con i calcoli e le simulazioni ", si legge in una dichiarazione del team tecnico che l'ha progettato. Al comando di Markus Scherdel, l'aereo ecologico è rimasto in volo per quasi 2 ore e 17 minuti raggiungendo un'altitudine di 1.800 m e una velocità massima di 140 km /h.

Il "Solar Impulse 2" porta la firma dello svizzero Bertrand Piccard e vanta una versione del tutto innovativa rispetto a quella precedente. L'aereo solare presenta, infatti, un'apertura alare enorme di 72 metri ed è stato parzialmente smontato per poter essere caricato sul Boeing. Dal peso di soli 2.300 chili, Solar Impulse 2 è stato realizzato in fibra di carbonio, materiale addirittura tre volte più leggero della carta. I suoi quattro motori elettrici sono alimentati da 17.000 celle solari ultra-sottili situate nelle ali, che permettono di volare sia di giorno che di notte. Durante il giorno, le celle, oltre a far funzionare i motori, ricaricano infatti delle batterie al litio, che possono poi essere utilizzate per mantenere attive le eliche nel corso della notte.

AEREO CON 17 MILA CELLE SOLARI

(L'aereo ad energia solare decollerà il 2 marzo per fare il giro del mondo)

"L'aereo lascia il nido" aveva dichiarato Piccard, inventore, promotore e presidente di Solar Impulse. Il connazionale André Borschberg, cofondatore e amministratore della società, aveva confessato che le 48 ore prima dell'arrivo negli Emirati arabi sarebbero state "ad alta tensione, in quanto l'operazione è assai delicata". Il giro del mondo sarà realizzato a tappe e finirà durante l'estate 2015. Dopo il decollo dalla regione del Golfo Persico, l'aereo, secondo gli attuali programmi, attraverserà il Mar Arabico, l'India, la Birmania, la Cina, l'Oceano Pacifico, l'Europa del sud o l'Africa del nord per poi tornare al punto di partenza. L'apparecchio è in grado di volare di giorno e di notte grazie all'energia solare raccolta e senza un goccio di carburante.

"Un aereo come questo è assolutamente unico – ha commentato Picard - Per la prima volta nella storia un aereo vola senza carburante di giorno e di notte, mostrando le incredibili potenzialità delle tecnologie pulite, tutte quelle tecnologie che il mondo potrà anche utilizzare per ridurre la dipendenza dai combustibili fossili, per essere più pulito e per risolvere molti dei problemi dell'inquinamento". Il primo prototipo di Solar Impulse ha volato attraverso Europa, Marocco e Stati Uniti d'America. Entrambi gli aerei sperimentali fanno parte di un progetto svizzero dell'École Polytechnique Fédérale de Lausanne, ideato dallo psichiatra ed esploratore Bertrand Piccard e dall'ingegnere e imprenditore André Borschberg.

Fonte: galileo.net

AutoreDott.ssa Tiziana Casciaro


Visualizza l'elenco dei principali articoli