Continua il viaggio contro l'inquinamento di Goletta Verde

La "Goletta Verde" di "Legambiente" continua imperturbabile il suo tour 2014. Mission? Andare dove l'inquinamento e l'illegalità sono, purtroppo, presenti così da essere rilevati, denunciati..."sconfitti". Si tratta di una campagna che "Legambiente" compie incessantemente. La prima volta che "Goletta Verde" ha dato vita alla sua avventura è stato nel lontano 1986. Al via un monitoraggio costante, puntuale effettuato per rilevare la salute del mare nostrum, definito sempre più "mare monstrum".


versus l'inquinamento

(Ecco un esempio di "Goletta Verde", la storica imbarcazione nata nel 1986).

Il viaggio è iniziato lo scorso mese di giugno, dal porto di Savona. In questi giorni, fino a sabato 2 agosto, la "Goletta Verde" si troverà in Abruzzo. Per poi continuare la sua lunga navigazione che terminerà il 14 agosto, quando sbarcherà a Trieste. Durante ogni tappa la storica imbarcazione, con il suo equipaggio specializzato, dà vita a prelievi. Ad esempio, quelli che realizzati a Vasto, verranno poi fatti conoscere il 2 agosto, a Pescara, in occasione di una conferenza stampa. Secondo il  programma l'imbarcazione da Vasto andrà a Giulianova facendo una tappa intermedia al Parco Marino Torre del Cerrano. Intanto si è tenuto in conto la necessità anche di organizzare un convegno dal titolo: "Green Economy e tutela della costa: il parco possibile nell'Abruzzo che vogliamo". Tra i partecipanti figurano tra gli altri: il sottosegretario Giovanni Legnini, l'assessore regionale Donato Di Matteo, il presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio e il sindaco di Vasto Luciano La Penna. Tra gli operatori presenti la Cia, la DMC Polo del Turismo e il Gac - Gruppo di Azione Costiera "Costa Blu". Presente anche il direttore generale di Legambiente, Rossella Muroni e il responsabile nazionale aree protette e biodiversità di Legambiente, Antonio Nicoletti.  

legambiente

(Ecco un esempio di unione per un mondo migliore. Legambiente scende in campo).

Un altro interessante incontro promosso è quello dal titolo "Abruzzo cicloturistico. Il sogno possibile", inerente la "mobilità sostenibile". L'evento è curato dal circo giuliese di Legambiente. Sul sito ufficiale della "Goletta Verde" viene lanciato un appello a tutti i cittadini, a tutti i navigatori di Internet: "Mare sporco? Segnalalo". E' un vero e proprio SOS quello che viene mandato da Legambiente. "Aiutaci a scovare - viene dichiarato - l'inquinamento nel mare e nei laghi. Segnalaci chiazze sospette, tubi che scaricano in acqua. Approfondiremo la tua denuncia e  la faremo arrivare alle autorità competenti". La segnalazione può essere inviata tramite SMS, MMS, o ancora semplicemente chiamando il numero 346.0074114. E' fondamentale, e questo è un obiettivo ben preciso di "Legambiente", riuscire a sensibilizzare l'opinione pubblica sulle conseguenze di uno sbagliato comportamento sociale in relazione soprattutto  alla produzione dei rifiuti. Alla base vi è, dunque, la necessità di promuovere un discorso "sostenibile" dei rifiuti marini nelle acque europee. Dopo l'Abruzzo, la "Goletta Verde" sarà pronta a ripartire. Nuova tappa? Le Marche. Seguiranno Ravenna, Venezia ed appunto Trieste.

Secondo il dossier 2013 redatto da Legambiente si evince che: "tra mare e costa, nel 2013 forze dell'ordine e capitanerie di porto hanno accertato quasi 40 infrazioni al giorno, per l'esattezza 14.504. La pesca di frodo rappresenta il 42% di questa illegalità; le forze dell'ordine hanno sequestrato di più di 1 milione e 600 mila chilogrammi di pescato e le regioni più coinvolte sono Puglia, Campania, Sicilia, Calabria e Veneto. Più del 22% dei reati (3.264) riguarda, invece, lo scarico abusivo in mare per colpa di mala depurazione e scarichi fognari e per lo sversamento di  idrocarburi. Quasi il 19% (2.742 reati) è stato  registrato nel campo della violazione del codice della navigazione e il 16,6% nel ciclo del cemento, con la bellezza di 2.412 reati messi a verbale".

AutoreDott.ssa Mariagrazia Poggiagliolmi


Visualizza l'elenco dei principali articoli