Alimos, la cooperativa che promuove un'alimentazione sana

Un'alimentazione corretta è il primo passo per una crescita consapevole, all'insegna della salute e del benessere. Questa la filosofia di Alimos, cooperativa di servizi nel settore agro-alimentare.

Nata nel 1967 come Centrale Ortofrutticola a Cesena, il suo obbiettivo iniziale è stato quello di realizzare attività di ricerca e di sperimentazione utili ai produttori. In tal modo, hanno preso piede con il tempo una serie di iniziative volte a diminuire l'uso dei pesticidi in ambito agricolo con il ricorso a tecniche di lotta guidata, produzione integrata e lotta biologica.

Negli anni '90 la Centrale Ortofrutticola ha dato vita alle Fattorie didattiche di Forlì – Cesena preposte a divulgare i concetti di filiera, qualità e consumo consapevole nelle aziende, nelle scuole e nei privati cittadini.
Sono stati numerosi i progetti portati avanti dall'organizzazione per i Ministeri, i Comuni, le Regioni, le Province e le ASL. Tutti quanti improntati alla messa in opera di laboratori e concorsi destinati ai ragazzi ma anche alla formazione di genitori e insegnanti, sempre sulle questioni menzionate poco sopra.

Alimos, logo della cooperativa(Fonte brochure Alimos)

Risale al gennaio 2009 la trasformazione della Centrale Ortofrutticola in cooperativa Alimos – Alimenta la salute. Da allora, le sue attività si sono incentrate completamente sulle tematiche di un'alimentazione sana.

Alimos si preoccupa, quindi, del rispetto dell'ambiente, del benessere dei territori e della salute delle persone.

Nello specifico, la cooperativa si adopera per diffondere ed insegnare non solo ai bambini e agli adolescenti ma anche agli adulti una nuova cultura alimentare basata sul consumo di cibo "buono", salutare, non grasso in perfetta rispondenza alle disposizioni derivanti dalle autorità sanitarie in lotta contro l'obesità e contro tutte quelle malattie causate da stili di vita scorretti.

Bambini durante una fattoria didattica targata Alimos(Gruppo di bambini in una fattoria didattica organizzata da Alimos. Fonte della foto Alimos)

La promozione del mangiare "bene" avviene mediante l'attuazione di progetti che "coinvolgono direttamente giovani e adulti – si legge nella brochure informativa – costruendo azioni basate sull'interattività, l'attrattività, la conoscenza e la preparazione del cibo, l‘educazione al gusto e il piacere di mangiare insieme."

Alimos vanta al suo interno uno staff qualificato formato da esperti del settore alimentare, ma anche della comunicazione, formazione e progettazione capaci di gestire le relazioni con l'universo scolastico. In aggiunta, si avvale, là dove è necessario, di collaborazioni esterne elargite da professionisti.

Studenti impegnati durante un corso sull'educazione alimentare alla frutta organizzato da Alimos

(A scuola di frutta, progetto di educazione alimentare organizzato da Alimos. Fonte foto Alimos)

Le iniziative promosse e portate avanti dalla cooperativa prevedono lo sviluppo di strumenti e azioni adeguate agli scopi da raggiungere. Possono, inoltre, comprendere "kit ludico didattici – sottolinea Alimos – laboratori, animazioni, percorsi didattici, pubblicazioni". Attività bene accolte dai bambini che apprendono concetti importanti divertendosi.

Infine, sebbene i lavori della cooperativa siano circoscritti soprattutto entro i confini locali, Alimos si dimostra aperta ad avviare progetti internazionali, essendosi già legata a partner europei e avendo pubblicizzato alcune iniziative in diversi Paesi.

Fonte
Alimos 

AutoreDott.ssa Elisabetta Rossi


Visualizza l'elenco dei principali articoli