Seminare un futuro eco, attraverso la sensibilità dei giovani

E' partita l'interessante e coinvolgente campagna di sensibilizzazione rivolta sia al mondo degli adulti che a quello dei piccini, dal titolo simbolico "Semina il futuro". Ad organizzare l'evento, che rientra nell'ambito della XXIII edizione del concorso nazionale di educazione ambientale "Immagini per la Terra", è stato il "Green Cross Italia" in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione. Si tratta nello specifico, di una manifestazione molto importante, (che di certo non si esaurisce in un giorno), e che si rivolge al "collettivo", in quanto una importante rivoluzione non si porta avanti assolutamente da soli.

al via la campagna di sensibilizzazione educativa

(Seminare green, seminare pulito, seminare la "vita". Intensa campagna di sensibilizzazione per grandi e per piccini).

Genitori, figli, istituzioni, in una parola "società", tutti possono e soprattutto, devono, trasformarsi in veri e propri "custodi della biodiversità". Alla base di tale evento vi è il richiamo ad alcuni punti fondamentali dai quali non si può più in alcun modo prescindere. Tra questi figurano: sicurezza alimentare, e gestione sostenibile dei terreni. Alt a sostanza chimiche, alt a pesticidi, che ammalano prima il raccolto e poi le persone. Il territorio va trattato come un bene prezioso è per questo che si deve riuscire ad educare e ad informare le nuove generazioni. Dunque, "Semina il futuro", perchè simbolicamente, a partire dallo scorso 19 gennaio fino al prossimo 25 gennaio, si invitano i cittadini a piantare un seme sul proprio balcone, sul giardino o sul terrazzo. Un segno che equivale a nutrire il nostro ambiente, a proteggerlo, a sostenerlo nel modo migliore e ad amarlo più di prima.

L'Ong (Organizzazione non governativa) ha richiesto alle persone di fotografare e postare sulla pagina ufficiale Facebook di "Immagini per la Terra", la propria "semina", per contribuire a diffondere la cultura del rispetto del territorio e delle tradizioni agricole locali. Da ogni dove ci arrivano sempre più esempi per rispettare e migliorare il nostro ambiente, senza inquinarlo ed "ammalarlo". Dai giovani di belle speranze si attendono grandi risultati per il miglioramento della nostra esistenza.

Numerosi progetti, infatti, si aspettano in occasione del concorso "Immagini per la Terra 2015", dal titolo "Per un pugno di semi", dedicato all'alimentazione, alla tutela del suolo e della biodiversità. Si può prendere parte all'iniziativa, fino al 30 marzo 2015. Il concorso è rivolto non solo a studenti, ma anche ai loro insegnanti, a scuole di ogni ordine e grado italiane presenti sul territorio sia nazionale che estero. Tra gli obiettivi da perseguire: porre fine alla povertà estrema; assicurare che la prosperità sia condivisa da tutti, compresi donne, giovani, e minoranze; proteggere l'ambiente naturale.

"Ogni anno - dichiarano gli organizzatori - chiediamo alle scuole di approfondire uno specifico tema ambientale e di seguire un percorso formativo e didattico che porterà alla realizzazione di un'opera". Tra gli enti patrocinatori del concorso, anche l'Expo.

AutoreDott.ssa Mariagrazia Poggiagliolmi

Articolo letto 187 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli