Scegliere un impianto fotovoltaico è facile grazie al simulatore di Enel Green Power

Scegliere di passare al fotovoltaico non è facile: offerte e tipologie di impianti si moltiplicano, aumentando la confusione dei possibili utenti. Per scegliere la migliore soluzione per la propria abitazione, se ne devono conoscere innanzitutto le caratteristiche principali, come materiali, posizione, orientamento e le necessità di consumo. Fin ora, l'utente ha sempre avuto bisogno del parere di un esperto, che confrontasse i consumi con la casa, aiutandoci a scegliere la tipologia di impianto migliore: ma Enel Green Power, per favorire un approccio fai da te ai calcoli, ha appena messo on line il suo nuovo simulatore di impianti, Enel Solar Power.


Gli ostacoli principali che precedono l'acquisto e l'installazione di un impianto fotovoltaico, solare o solare termico sono rappresentati dalle informazioni poco chiare in merito alle prestazioni specifiche e dai costi: scegliere di simulare quella che sarà la nostra produzione energetica per l'autoconsumo può chiarire le idee e spingere verso l'opzione più efficiente. Per usare al meglio il simulatore bisogna conoscere le caratteristiche della propria casa, come ampiezza, locazione, esposizione e materiali, oltre alle proprie necessità di consumo: partendo da questi dati, il simulatore è in grado di rivelare, a grandi linee, quale sia l'impianto più appropriato alla nostra abitazione, in termini di efficienza.

Come funziona il simulatore. Una volta registrati, si accede al simulatore di impianti scegliendo, innanzitutto, con quale tipo di impianto si vuole simulare i consumi domestici: fotovoltaico, solare termico per l'acqua calda o mini eolico. Subito dopo il simulatore chiederà all'utente dove si trova l'abitazione, consumi medi e altre informazioni essenziali ai calcoli: i calcoli generali, invece, sono fatti su un livello di ventosità e un'insolazione media annuale di 25 metri sul livello del mare, che si basano sui rilevamenti del vento a terra e sui dati dell'atlante solare del GSE.

Grazie al software messo a punto dagli ingegneri di Enel Green Power, il simulatore riuscirà a calcolare per ogni anni la capacità produttiva in base ai consumi impostati. In questo modo, la prima informazione essenziale che il simulatore restituisce è la quantità di anni necessari a ripagare l'impianto: un calcolo fondamentale nella scelta del tipo di sistema.
Naturalmente, il software tiene conto degli incentivi statali per fotovoltaico e mini eolico e delle detrazioni fiscali al 55% per il solare: lo schema che il simulatore restituirà dev'essere il più possibile aderente alla realtà.

manutenzione di un impianto fotovoltaico domestico


Percorsi per esperti e neofiti. Enel ha pensato anche a coloro che, pur volendo cambiare il proprio sistema energetico, non ha dimestichezza con il mondo del fotovoltaico. I percorsi di simulazione pensati per gli utenti sono quattro: oltre ai tre citati, infatti, c'è un iter speciale per gli utenti inesperti, in modo che possano ideare il proprio impianto ideale senza particolari nozioni tecniche.

La supervisione tecnica. Malgrado l'innovativo software di Enel Green Power, il consiglio è quello di rivolgersi, in ultima analisi, sempre a un tecnico esperto: l'unico che può verificare con i propri occhi le condizioni della nostra casa e gli effettivi bisogni di consumo.

Per avere ulteriori consigli sull'impianto da scegliere, ci si può rivolgere a un amico che abbia già installato un impianto. Anche in questo caso, il consiglio è quello di seguire le indicazioni di chi consuma energia solare da almeno un anno: 12 mesi sono, infatti, il periodo minimo per valutare l'effettiva resa dell'impianto installato.

AutoreFrancesca Fiore

Articolo letto 2.390 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli