Risparmio energetico: i consigli per alleggerire la bolletta

Risparmio energetico è la parola d'ordine dei tempi moderni: il rimedio contro l'inquinamento, contro l'eccessivo consumo delle risorse e del pianeta, ma anche contro l'incubo delle bollette troppo elevate. Bisogna ricordare, infatti, che circa il 20% dei consumi energetici nel nostro Paese avvengono in casa. Con una scelta maggiormente oculata, tali consumi potrebbero essere ridotti del 40% per quanto riguarda il riscaldamento e del 10% per gli elettrodomestici. Vediamo allora quali sono le regole principali per alleggerire le vostre bollette.

Certificazione energetica degli edifici

L'acquisto oculato degli elettrodomestici

Una scelta attenta delle apparecchiature che "abiteranno" la vostra casa è il primo passo per il risparmio energetico. Per effettuare al meglio tale scelta dovrete basarvi sulla cosiddetta "etichetta energetica", che da alcuni anni è diventato obbligatorio esporre su frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavastoviglie, lampade, forni elettrici e condizionatori. Le classi di efficienza energetica sono 7, e vanno dalla A alla G. La A è quella maggiormente efficiente, anche se per determinati elettrodomestici si hanno anche la A+ e la A++, che permettono un risparmio energetico ancora maggiore. Oltre alla classe le etichette riportano il consumo energetico annuo dell'elettrodomestico in questione, oltre ad altre caratteristiche tecniche, quali la rumorosità, la capacità, ecc. Tutti elementi che vanno valutati con attenzione durante la scelta, così come la sicurezza.

Il riscaldamento

Sul riscaldamento è possibile ottenere un notevole risparmio energetico, specialmente se si possiede un impianto pensato proprio a questo scopo. La scelta della soluzione migliore per riscaldare casa va effettuata ricordando alcune piccole regole:

• Meglio preferire gli impianti a gas, in quanto si tratta del combustibile attualmente più economico.

• Molto importante è una scelta attenta della caldaia: ricordate che anche per quest'ultima esiste infatti un'etichetta energetica. Quelle più performanti sono quelle che riportano tre o quattro stelle, che hanno i migliori rendimenti e consentono un risparmio, rispetto ad un impianto tradizionale, di oltre il 30%. Le caldaie considerate più efficienti sono quelle a condensazione, che recuperano il calore dai fumi di scarico.

• Una scelta opportuna, se possibile, è l'installazione di impianti solari, in grado di produrre

acqua calda sia per il riscaldamento, sia per usi sanitari. In ogni caso l'acqua calda viene riscaldata a temperature piuttosto moderate, e può quindi integrare benissimo quella prodotta dai tradizionali sistemi di riscaldamento.

• Tra le soluzioni più innovative per il risparmio energetico nell'ambito degli impianti per il riscaldamento ricordiamo i pannelli radianti e le pompe di calore.
Sostituendo una vecchia caldaia a basso rendimento (27 kW) con una a risparmio energetico si possono risparmiare fino a 160 euro l'anno.

La regolazione della temperatura

Anche regolare al meglio l'impianto di riscaldamento, senza dimenticare che vi sono normative che comunque impongono dei massimi da non superare (20 gradi, con una tolleranza di 2), permette di risparmiare sulla bolletta. Basta ricordare che ogni grado in più può comportare un incremento dei consumi dal 5 al 7%. Anche le valvole termostatiche installate sui termosifoni – che permettono di regolare automaticamente l'afflusso di acqua calda in base al calore necessario – possono incrementare il risparmio dei consumi, fino al 20%.

Isolamento energetico

Per evitare dispersioni di calore dalle pareti, dal tetto o dai serramenti, può essere importante operare un isolamento: a partire dal tetto e dai locali non riscaldati (come garage e cantine). Anche l'isolamento delle pareti esterne porta ad una importante riduzione dei consumi, così come l'isolamento delle finestre attraverso guarnizioni, doppi vetri e doppi serramenti. Tutto ciò porta ad un risparmio fino al 25%.

Autore Laura Bosio

Articolo letto 1.058 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli