4 conti al tavolo del fotovoltaico: quanto costa un impianto domestico e un impianto industriale?

Numerosi fattori influenzano e fanno variare il prezzo dell'impianto fotovoltaico a partire dalle tecnologie utilizzate nei moduli, in silicio amorfo, mono o policristallino o in film sottile o i metodi costruttivi. In linea generale, possiamo dire che i costi attuali si aggirano intorno ai 5.000 euro a kW installato per la realizzazione di impianti di grandi dimensioni come quelli industriali e i 6.500 euro a kW installato per la realizzazione di impianti di piccola taglia come quelli domestici.

Le differenze di prezzo: i fattori che fanno variare i costi

  • Se si sceglie un impianto fotovoltaico con connessione alla rete elettrica, particolare incidenza sul costo finale ha il prezzo del pannello fotovoltaico sull'intero impianto installato, mentre nei sistemi fotovoltaici integrati negli edifici, il costo del pannello incide per solo i 2/3 circa;
  • un costo da aggiungere sono i componenti di sistema, come i dispositivi di protezione e d'interfacciamento alla rete, l'elettronica di condizionamento e controllo della potenza elettrica e le strutture di supporto del modulo;
  • un altro fattore da considerare è l'accessibilità al luogo di installazione o la necessità di apportare delle modifiche o delle opere murarie sul tetto o sulla facciata in cui si andrà a installare l'impianto fotovoltaico: questo incide sul costo della messa in opera, in cui sono presenti anche i costi dei lavori di migliorie e di adattamento all'impianto solare. Contano in tale condizione: restrizioni urbanistiche, tetto non in buone condizioni, etc.

Per questo è necessario che, l'utente che si avvicina a un investimento di questo tipo, stia particolarmente attento alla ditta scelta per l'installazione e richieda un preventivo in cui sono indicate tutte le voci che giustifichino il prezzo complessivo dell'impianto "chiavi in mano". Parole di particolare importanza, in quanto vi permettono di avere il vostro impianto senza occuparvi di nulla, ovvero il disbrigo delle pratiche amministrative e burocratiche, la richiesta degli incentivi statali o regionali e avere un impianto immediatamente fruibile.

E' chiaro che, con la prima visione del preventivo, come detto sopra, il prezzo più incisivo sono i pannelli solari fotovoltaici, ma su questi è consigliabile non risparmiare e scegliere sempre prodotti italiani e certificati per qualità, in quanto saranno questi a produrre l'energia e farvi guadagnare con l'energia prodotta in eccesso e non consumata.

I pannelli solari, infatti, devono la loro efficienza alla lavorazione, alla qualità del silicio utilizzato e per questo è rilevante nella produzione elettrica la loro alta qualità di prestazioni. In questo specifico caso, risparmiare non significherebbe farlo veramente, ma solo nell'immediato investimento, per un prodotto con potenzialità limitate e soggetto all'usura. Per informazioni sulla scelta dei pannelli fotovoltaici leggi anche: qual'è il pannello fotovoltaico più conveniente?

Primo conto: soddisfare il fabbisogno energetico di una casa standard

Installazione di un impianto fotovoltaico con potenza 3 kWp sul tetto con pannelli di qualità e prestazioni medio-alte:

  • costo totale: 15.000 € prendendo un costo medio di 5.000 € a kW installato;
  • costo pannelli fotovoltaici: 1.500 a  €/kW x 3 = 4.500;
  • inverter: 1.500 €;
  • strutture di supporto, quadri, cavi:  2.000 €;
  • costo installazione e progettazione: 2.000 €;
  • il compenso dell'installatore è pari a circa 4.000 € che può arrivare fino a 6.000 € in base alla progettazione effettuata;

Secondo conto: per stare tranquilli, stipulare un'assicurazione "all risk"

  • assicurazione: circa 40-50 euro annue per kW installato, contro l'usura o la rottura dovuta ai fenomeni atmosferici, atti vandalici, furto, danni generali dovuti alla tensione elettrica;
  • estensione di garanzia dell'inverter per 10 anni: 400 euro circa.

Terzo conto: la manutenzione ordinaria

  • pulizia dei pannelli: 200 euro;
  • sostituzione dell'inverter dopo 10 anni: 1.200 euro;
  • monitoraggio remoto se l'impianto è di grande taglia: prezzo variabile.

Un investimento di questo livello sarebbe impossibile attuarlo in una situazione economica standard italiana, se non si potesse ricorrere agli incentivi statali che permettono di acquistare l'intero impianto e ammortizzare i costi con la retribuzione dell'energia prodotta e non auto consumata.

Il V Conto Energia ha eliminato le graduatorie, cosa si deve fare ora?

Il sistema di acquisto di un impianto fotovoltaico è molto più veloce rispetto agli anni precedenti, ora è necessario:

  • presentare un progetto preliminare;
  • installare l'impianto fotovoltaico e collaudarlo;
  • presentare il progetto definitivo;
  • richiedere l'attivazione delle tariffe di incentivazione. 

E' importante sapere che per ogni categoria di impianto fotovoltaico, il GSE ha definito un limite di potenza incentivabile:

  • 3.000 MW per gli impianti fotovoltaici;
  • 300 MW per gli impianti fotovoltaici integrati architettonicamente con caratteristiche innovative;
  • 200 MW per gli impianti fotovoltaici a concentrazione.

Il GSE controlla periodicamente l'entrata in esercizio degli impianti e aggiorna il suo sito in merito alla situazione reale. Nel caso si verifichi l'esaurimento della disponibilità di potenza incentivabile, si dispone di un periodo di 14 mesi di moratoria o 24 mesi per i soggetti pubblici dalla data di raggiungimento del limite. Vedi anche la guida agli incentivi statali e le nuove direttive del Quinto Conto Energia in vigore dal 27 Agosto 2012.

Ricapitoliamo con il quarto conto:

attraverso un solo esempio abbiamo preso in esame, al dettaglio, i costi di un impianto fotovoltaico standard, ma questi sono prezzi generali, ottenuti facendo una media tra una decina di preventivi che si possono trovare facilmente sul web.

In linea equitativa si può ricapitolare sottolineando che il costo totale di un impianto fotovoltaico è legato a due fattori fondamentali:

  • le dimensioni (taglia);
  • la tipologia di pannelli solari;
  1. i piccoli impianti fotovoltaici a uso domestico si trovano in commercio a un prezzo che si aggira intorno ai 5.000 - 7.000 €/kW; 
  2. gli impianti da 20 kW  hanno un prezzo che varia dai 5.000 €/kW; 
  3. gli impianti da 50 o 100 kW hanno un prezzo che varia dai 4.500 €/kW; 
  4. gli impianti da 1 MW hanno un prezzo al di sotto dei 4.000 €/kW

A questi prezzi deve essere aggiunta l'Iva del 10%.

Per maggiori informazioni e calcolare sul web il costo di un impianto fotovoltaico, il risparmio e il ricavo visita anche il sito di calcolainrete.com

Autore Maria Francesca Massa

Articolo letto 16.190 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli