Pulizia e manutenzione di un impianto fotovoltaico? Ecco come si fa

Tutte le tipologie di impianti fotovoltaici necessitano di frequenti interventi di pulizia e manutenzione per garantire l'ottimale funzionamento dell'intera struttura, ma non solo: permettere ai pannelli fotovoltaici di lavorare in sicurezza evitando spiacevoli inconvenienti che possono portare anche all'incendio. Per questo motivo è necessario conoscere il proprio sistema solare e sottoporlo puntualmente a determinati interventi, che a ogni modo, sono riportati anche nelle istruzioni di acquisto del vostro impianto. Vediamoli insieme.

La pulizia dei pannelli fotovoltaici:

è un procedimento necessario per garantire un ottimale assorbimento delle radiazioni solari. La polvere o qualsiasi agente che ricopra il modulo solare ne limita l'esposizione all'irraggiamento e per questo è consigliabile effettuare una pulizia ordinaria, generalmente stagionale, che si occuperà di detergere e ripulire il pannello dalla sporcizia accumulata.

Cosa utilizzo per pulire il pannello solare senza rovinarlo?

Il pannello solare si sciacqua e si pulisce anche con i fenomeni atmosferici come la pioggia, ma questo non è bastevole per la sua detersione: occorre utilizzare dell'acqua corrente e una spugnetta non abrasiva. Si ottengono degli ottimi risultati anche con una spugnetta dei piatti, passandola sul vetro dalla parte morbida o una spugna di mare che spesso si utilizza per la carrozzeria dell'auto.

Se, invece, il pannello avesse bisogno di una maggiore pulizia a causa di incrostazioni, l'ideale è scegliere un detergente antistatico, che scaccia l'acqua formando una sorta di pellicola protettiva e allo stesso tempo elimina le sostanze grasse come lo smog, il calcare, la fuliggine o residui organici cristallizzati sul vetro.

Attenzione: ricordate di non lasciare aloni dopo la pulizia, in quanto anche essi limitano, seppur di poco, l'assorbimento delle radiazioni solari.

E' possibile, inoltre, ovviare al problema di accumulo di rifiuti da parte di uccelli, installando delle piccole antenne in plastica nella parte alta del modulo.

Non posso salire sul tetto per pulire il pannello, come posso fare?

Sul mercato, esistono delle ditte specializzate che eseguono lavori di pulizia e manutenzione di impianti fotovoltaici e con prezzi modici, che si aggirano intorno alle 100-150 euro: potrete togliervi questo pensiero, sopratutto se non potete effettuare la pulizia perchè non avete o non potete accedere all'uscita per il vostro tetto. Queste aziende, infatti, utilizzando delle piattaforme aeree dalle quali eseguono la pulizia (anche con macchine dotate di spazzole elettriche rotanti) possono portare anche un addetto che esegue manualmente il servizio richiesto, con acqua osmotica o deionizzata che elimina le impurità presenti anche nell'acqua stessa, i sali e il cloro.

Se, invece, avete la possibilità di accedere anche parzialmente all'apertura sul tetto, potreste optare per una soluzione più duratura, una sorta di investimento: la macchina per la pulizia dei pannelli fotovoltaici, che agisce fino a venti metri di distanza, grazie a una sorta di braccio e permettendovi di eseguire la pulizia in totale sicurezza, con detergenti o senza. In commercio, esistono dei modelli anche trasportabili e molto leggeri, adatti a tutti, in quanto realizzati in fibra di carbonio, partendo dalle 200-250 euro circa nel modello meno complesso.

       (Pulizia di pannelli fotovoltaici con piattaforma aerea e operatore da- targetsinergie.com)

La pulizia ordinaria e straordinaria di impianti fotovoltaici aziendali

se avete la necessità di effettuare degli interventi di pulizia del vostro impianto aziendale, non potete certo scegliere di eseguirlo da soli e nemmeno con gli strumenti sopra descritti, ma avrete bisogno di un altro sistema che vi permetta di effettuare l'intervento nel minor tempo possibile e con risultati ottimale.

Il video seguente una delle straordinario creazioni per la pulizia di impianti fotovoltaici ordinari: il Gekko Robot completamente automatizzato in grado di pulire fino a 300 mq all'ora:

;

La manutenzione dei pannelli fotovoltaici:

Gli interventi di manutenzione di un impianto fotovoltaico si suddividono in:

  • controllo degli inverter tramite i led indicatori per garantirsi l'efficienza nel funzionamento;
  • controllo delle connessioni dei cavi, dei sistemi di monitoraggio remoto, degli interruttori, dei fusibili e dei caricabatterie;

Nel caso di impianti fotovoltaici stand-alone è necessario un intervento di controllo dello stato delle batterie, controllando la carica dal sistema dopo averle isolate dal sistema stesso. Lo stato di carica e la batteria sono in una situazione ottimale se la tensione misurata non è inferiore a quella nominale.
In seguito si procede con:

  • la pulizia dei componenti;
  • ispezione visiva per verificare eventuali deterioramenti interni alla tenuta stagno del pannello;
  • controllo del cablaggio e dei collegamenti elettrici;
  • controllo del voltaggio;
  • controllo del liquido antigelo.

Qualsiasi intervento di manutenzione e su ogni tipologia di impianto fotovoltaico è necessario sia effettuato da personale specializzato, che conosca i processi elettrici dell'intero sistema e le misure di sicurezza necessarie per avviare i lavori, operazione e precauzione che un utente non potrebbe conoscere o eseguire da solo. Un chiaro esempio può essere il controllo del liquido antigelo dell'impianto, per la quale operazione è necessaria la protezione dei guanti.

Come faccio a sapere se il mio impianto funziona correttamente?          

Verificare l'efficienza del proprio impianto fotovoltaico è molto semplice:

  • fate la lettura del contatore che misura la produzione di energia elettrica, per un lasso di tempo di almeno un mese e segnate i dati riportati. In questo modo, avrete anche la lettura della produzione giornaliera;
  • tenete conto che la produzione giornaliera varia in base all'irraggiamento solare e per questo, per avere dei valori più precisi, è consigliabile eseguire una lettura annuale, con tanto di trascrizione dei giorni in cui si prendono i dati;
  • controllate il secondo contatore che misura l'energia non autoconsumata e immessa in rete;
  • una volta che avrete segnato giornalmente questi dati, avrete uno storico a cui far riferimento per verificare l'efficienza del vostro impianto e la necessità di manutenzione e controlli.

Uno straordinario esempio di macchina perpulire i pannelli fotovoltaici:

Il video seguente mostra uno straordinario esempio di macchina per pulire in modo ottimale un impianto con pannelli fotovoltaici di grandi dimensioni:

Autore Maria Francesca Massa

Articolo letto 71.371 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli