Ecobonus 2013: molto probabile la proroga degli incentivi al fotovoltaico per il 2014

Importanti novità si prospettano a riguardo dell'Ecobonus 2013, il bonus fiscale comprensivo di agevolazioni e sgravi di tipologia finanziaria, destinati a chi si occupa dell'effettuazione di opere di ristrutturazione degli edifici per interventi di riqualificazione energetica, tra cui sono compresi ad esempio l'installazione di pannelli fotovoltaici appositi alla produzione di acqua calda sanitaria, la sostituzione di impianti di climatizzazione tradizionali con impiantistica a caldaie a condensazione, impianti geotermici o pompe di calore.

La Legge italiana potrebbe decidere a breve in merito alla proroga e alla stabilizzazione in particolare degli incentivi previsti per tutto quello che riguarda il settore del fotovoltaico.

Vediamo la notizia nello specifico.

La probabile proroga del Parlamento sugli incentivi al fotovoltaico nell'ambito dell'Ecobonus 2013

Gli incentivi concessi al settore del fotovoltaico nell'ambito del discorso appartenente all'Ecobonus 2013, potrebbero molto presto andare incontro ad una proroga e forse anche ad una stabilizzazione.

E' stata infatti discussa, nella giornata dello scorso Giovedì 26 Settembre 2013 presso il Parlamento, la proposta portata avanti dai rispettivi presidenti della Commissione Ambiente e dalla Commissione Finanze alla Camera, Ermete Realacci e Daniele Capezzone, sulla proroga e sulla regolarizzazione degli incentivi nei confronti di fotovoltaico e risparmio energetico.

Misure di questo tipo nei confronti dell'Ecobonus potrebbero rivestire notevole importanza ai fini del conseguigento di un obiettivo di maggiore competitività, per favorire la modernizzazione del Paese attraverso la strada di un modello di sviluppo sostenibile tanto perseguita e fortemente voluta da anni attraverso la spinta delle opinioni e delle organizzazioni internazionali,  allo scopo di un passo avanti per la società, le imprese e l'ambiente.

Gli incentivi al fotovoltaico, estesi dal 55% al 65% dal Consiglio dei Ministri lo scorso 31 Maggio 2013 con bonus applicabile alle spese documentate e sostenute a partire dal 1° luglio 2013 fino al 31 Dicembre 2013, potrebbero essere estesi al 2014 quindi successivamente stabilizzati.

Chi si troverà dunque nell'atto della realizzazioni di lavori di tipo edile legati all'efficienza e all'autoproduzione energetica, si vedrà tagliare del 65% l'investimento iniziale ottenendo un notevole risparmio sui costi e questa condizione potrebbe essere valida ancora per molto tempo.

Le forti possibilità del successo della proroga

Le possibilità di successo della proroga sono notevolmente elevate. La questione ecobonus e incentivi per il fotovoltaico, potrebbe raggiungere un'approvazione all'unanimità e proseguire su questa strada attraverso la stabilizzazione degli incentivi a favore dell'impiantistica verde dal nuovo anno in avanti.

E' molto probabile che la misura passi all'attento esame del Governo. In particolare, il Movimento 5 Stelle ha confermato la volontà di prorogare gli incentivi sostenendo fortemente la volontà di stabilizzare L'Ecobonus 2013 con la trasformazione della tariffazione incentivante prevista per l'impiantistica a sfruttamento energetico solare in una misura permanente.

Questo perchè oramai è pienamenete riconosciuta la potenzialità del fotovoltaico in quanto fautore di un migliore futuro energetico alternativo alle fonti fossili, più pulito, meno dispendioso e non inquinante oltre che in linea con le direttive europee e mondiali in tema di risparmio energetico e benessere ambientale.

Fotovoltaico integrato su tetti

(Un'opera di riqualificazione energetica: impianti fotovoltaici integrati sul tetto di uno stabile rustico)

AutoreDott.ssa Elisabetta Berra

Articolo letto 1.450 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli