Pale eoliche anche sulla Tour Eiffel

"Dama di ferro", cosi viene chiamata la famosissima Tour Eiffel, simbolo di Parigi, della rivoluzione industriale e anche di tutti gli innamorati. Una grande rivoluzione ha impressionato il mondo intero quando sulla celebre Tour Eiffel sono state istallati due aerogeneratori eolici ad asse verticale.

Si tratta di due turbine per la produzione dell'energia elettrica sfruttando il movimento vento, una conversione green dell'energia. Nello specifico, le due turbine hanno delle dimensioni notevoli, ovvero sette metri di altezza per tre di diametro, considerata anche la tipologia. Le due turbine sono in grado di generare una capacità produttiva di 10 mila KiloWatt all'anno e riescono a soddisfare il fabbisogno energetico di uno dei tanti negozi posizionati al secondo pianto della torre. Infatti, le turbine assolvono al proprio compito e sono ben visibili da un'altezza di 127 metri da terra.

Aerogeneratori eolici ad asse verticale istallati sulla Tour Eiffel

(Aerogeneratori eolici ad asse verticale istallati sulla Tour Eiffel)

L'accortezza che hanno avito i progettisti è stata quella di fornire agli aerogeneratori delle pale eoliche un colore grigio canna di fucile esattamente identico al colore dell'intera struttura, con lo scopo di mimetizzarsi al suo interno al meglio possibile. Ad occuparsi della gestione del progetto è la società Sete, che si occupa anche della manutenzione dell'intera torre.

Dalle loro dichiarazioni, si capisce anche l'intento e lo scopo del progetto, ovvero l'essere "un progetto simbolico che vuole sottolineare l'impegno della Tour Eiffel in tema di energie verdi". Gli aerogeneratori, infatti, non riescono a produrre tanta energia quanta, ad esempio, se ne avrebbe bisogno per coprire l'intera necessità della torre. Ma lo scopo del progetto è, appunto, quello di essere di esempio al mondo e di dimostrare quanto l'utilizzo delle energie verdi sia importante e necessario.

Tour Eiffel, la

(Tour Eiffel, la "dama di ferro" simbolo di Parigi)

Interventi che comunque riducono l'impatto ambientale sulla torre sono comunque presenti in altre forme, ovvero l'impiego dei pannelli solari e la sostituzione, avvenuta ormai qualche anno fa, di tutte le lampadine della Tour Eiffel con lampadine LED a risparmio energetico, un intervento memorabile. Questa azione di salvaguardia ambientale è stata molto importante se si considera il grande dispendio di energia per illuminare la torre che si aggira intorno ai 6,7 gigawatt l'ora.

Interventi del genere in posti cosi strategici come monumenti conosciuti in tutto il mondo sono sicuramente delle mosse strategiche per una maggiore e più diffusa sensibilizzazione della popolazione mondiale sul tema delle energie verdi e della salvaguardia ambientale.

AutoreDott.ssa Chiarina Tagliaferri

Articolo letto 1.581 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli