Leaos E-Bike: la bici elettrica green made in Italy

Design, resistenza, ecosostenibilità e made in Italy: sono queste le parole d'ordine alla base dell'e-bike Leaos, progettata dall'ing. Oswald Gasser e dal designer industriale Francesco Somacal, d'intesa con l'imprenditore Armin Oberhollenzer. Nel 2012 viene presentato per la prima volta all'Eurobike in Germania questo modello di bici elettrica urbana in carbonio, di cui è disponibile una versione con celle solari incorporate, che nasce in Trentino Alto-Adige dal genio di tre brillanti giovani che hanno scelto di coltivare l'innovazione sul territorio nazionale. Il design innovativo si sposa con una sensibilità spiccata verso le energie rinnovabili ed è per questo che l'e-bike Leaos incorpora nella sua struttura pannelli solari in grado di ricaricarla.

L'e-bike Leaos con celle solari incorporate nella struttura in fibra di carbonio

(L'e-bike Leaos con celle solari incorporate nella struttura in fibra di carbonio)

Il team di sviluppatori ha cercato supporto alla realizzazione della propria idea su Indiegogo dove ha avviato una campagna di raccolta fondi a favore del modello, fino a portarlo in produzione. Leaos sarà esposta poi al Topmarques Show Monaco Monte Carlo ad aprile 2015, a riprova di quanto il design sia importante per i creatori del mezzo. Gli sforzi del gruppo sono finalizzati a rivoluzionare nel lungo periodo la mobilità urbana, soprattutto nell'ottica in cui gli spostamenti in bicicletta stanno cominciando ad occupare un ruolo importante in molte capitali europee perché riducono l'impatto dei gas inquinanti nell'atmosfera.

Le caratteristiche dell'e-bike green

Il punto fondamentale da tenere presente quando si parla della bicicletta altoatesina è l'importanza data al lato estetico quanto a quello tecnico. Per quanto riguarda il design, l'e-bike Leaos vanta le seguenti caratteristiche:è dotata di un unico corpo autoportante, senza avere tubi o il motore in vista, in cui ogni elemento è pensato singolarmente ma è integrato in maniera armoniosa nel tutto

  • è costituita da una monoscocca in fibra di carbonio, cui si alternano parti esterne in alluminio e pelle
  • è accessoriata e personalizzabile
  • è leggera (pesa solo 2,2 kg), unisex con manubrio e forcella integrati nel corpo della bici

Ma è il lato tecnico a farla da padroni perché l'e-bike si presenta con le seguenti caratteristiche:

  • è disponibile in un versione da 25 e una da 45 km/h e può percorrere fino a 30 km al giorno
  • è dotata di pannelli solari integrati nel rivestimento
  • dispone di un display digitale inglobato nel manubrio che consente di controllare il livello dell'alimentazione energetica solare e può essere collegato al proprio smartphone

Il salto di qualità rispetto ai modelli di bici elettriche del passato risiede nella capacità di rendere cool un mezzo di trasporto dalla linea di solito poco appetibile; inoltre l'inserimento nel corpo della bici di celle solari ha ostacolato a lungo lo studio di design più moderni, riproducibili su scala industriale, e la possibilità di una fruizione prolungata del mezzo.

Il manubrio Leaos con display digitale per controllare l'alimentazione solare

(Il manubrio Leaos con display digitale per controllare l'andamento dell'alimentazione energetica solare)

L'e-bike Leaos risulta invece allo stesso tempo comoda, adatta ad un uso quotidiano, ecosostenibile e alla moda. La batteria da 11,6 Ah (ampere-ora) è interna al corpo, ma è anche estraibile.

Come afferma il creatore del modello, Armin Oberhollenzer, "LEAOS non è solo un mezzo di trasporto, ma una parte del proprio stile di vita che ha effetti positivi sul rispetto dell'ambiente e sulla silenziosità degli spostamenti".

Qui di seguito trovate il video di presentazione dell'e-bike:

 

AutoreDott.ssa Irene Armaro

Articolo letto 1.178 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli