L'ultima tendenza verde? Ha coinvolto gli appassionati di arte culinaria con le ricette di cucina solare

Abbiamo parlato spesso della funzionalità di alcuni strumenti green utilizzati per rendere la cucina moderna ecologica e sostenibile grazie allo sfruttamento dell'irraggiamento solare per la cottura del cibo.

Il forno solare, il barbecue solare, la simpatica schiscetta milanese, rappresentano soltanto una piccola parte dell'inventario verde che il mercato odierno propone sul commercio allo scopo di fornire oggetti che uniscano l'utilità di una pratica necessaria al fine di rendere il cibo sano e digeribile insieme al rispetto nei confronti dell'ambiente, eliminando l'utilizzo di combustibili o pericolosi infiammabili ed evitando l'immissione di agenti nocivi nell'aria, il tutto contornato da un consistente risparmio energetico.

Quello che forse non sapete è che grazie alla propagazione di questi strumenti sta nascendo un vero e proprio nuovo trend: quello delle ricette di cucina solare. Vediamo di cosa si tratta.

Le ricette di cucina solare

Quanti di voi sono appassionati di cucina sicuramente avranno provato almeno qualche volta a ricercare nozioni, indicazioni, suggerimenti per la realizzazione di una particolare ricetta attraverso il mezzo di comunicazione più potente del nostro tempo e cioè internet.

E bene, questo vale ora anche per la cucina solare. Dalla nascita, ben 2 Secoli fa, a partire dai primi esperimenti settecenteschi condotti da Horace-Bénédict de Saussure fino allo sviluppo del movimento moderno di cucina solare nel 1950, un numero sempre crescente di persone ha sperimentato la cucina solare i cui primi forni, nati come svolta economica in grado di soddisfare inizialmente le esigenze degli abitanti dei Paesi in via di sviluppo, sono arrivati a diventare una tendenza in linea con le tematiche verdi del nostro tempo e a coinvolgere un'infinità di persone anche nel mondo industrializzato, attraverso la potenza dell'informazione e della comunicazione on line.

Un forno solare usato per cuocere una pizza

(Un concentratore solare utilizzato per cuocere una pizza)

A poco a poco si stanno diffondendo sul web blog e siti dedicati all'argomento, dove gli utenti si scambiano consigli e ricette per la cottura solare di una torta, di un elaborato piatto di carne o quant'altro. Sul noto social network Facebook è addirittura nato un gruppo dove più di 400 cuochi solari italiani si scambiano ricette e consigli sull'argomento.

Diversi ricettari solari vengono diffusi in rete tanto che alcune aziende specializzate nella produzione di concentratori solari hanno pensato di mettere in commercio dei veri e propri manuali per cuochi green.

E' il caso dell'azienda francese ID Cook, attraverso il cui sito web è possibile acquistare, per una cifra sulle 20,00 Euro circa, un libro di ricette per la cottura solare all'interno del quale vengono esplicati tutti i segreti della gastronomia solare attraverso la segnalazione di 50 ricette con tanto di illustrazioni e realizzabili anche con metodi di cucina tradizionale. Uno strumento davvero educativo, utile a ricordare i principi di una dieta sana presentando i vari metodi ecologici che possono essere utilizzati per la creazione delle ricette come fornelli e parabole solari.

Allo stesso prezzo è disponibile inoltre anche un manuale completo di cottura solare, che oltre a fornire un ricettario spiega come costruire da soli un forno solare. Sul sito è inoltre possibile fruire e condividere ricette solari personalizzateMa dunque che cosa si può cucinare con il sole? Scopriamolo insieme.

Cucinare con il sole

La cucina ad energia solare vede alla base del suo funzionamento uno strumento che si avvale di un riflettore parabolico che concentra i raggi del sole su un apposito contenitore riscaldandolo. Ciò rende possibile il raggiungimento delle temperature di cottura tradizionali e cioè attorno a circa 200 ºC, che permettono anche la possibilità di infornare e friggere.

Sfruttando l'irraggiamento solare è possibile dunque cuocere qualsiasi tipo di cibo comunemente conosciuto come pasta, carne, pizza, pane, polenta, verdure. Nel caso di grigliate, l'applicazione di particolari spiedi permette addirittura di cucinare 6 Kg di carne per 15 persone.

C'è dunque poca differenza tra cucinare normalmente e farlo con un forno solare ma certamente fondamentale è che splenda il sole!

Per quanto riguarda i tempi di cottura degli alimenti, ci si trova di fronte ai medesimi della cucina tradizionale. Pane, patate e pizza cuoceranno in circa 50 minuti a 200° come in un forno comune, costolette di maiale impiegheranno 30 minuti, pesce grigliato 45 minuti, una minestra di verdure 2 ore e nelle giornate migliori si potranno preparare torte con lo stesso tempo di un forno normale ma senza passare per costose bollette di luce e gas.

Certo si tratta di un modo di cucinare ancora di nicchia e non adatto alle improvvisazioni di chi è sempre di corsa ma siamo sicuri che prenderà sempre più piede in un mondo che oramai si mostra crescentemente consapevole delle necessità di un cambiamento verso stili di vita maggiormente salutari e soprattutto verso la sensibilità nei confronti del rispetto ambientale.

AutoreDott.ssa Elisabetta Berra

Articolo letto 2.237 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli