La classifica delle dieci città più ecosostenibili: dove si vive "Più Green"

Manca ormai poco più di un mese alla fine del 2013 e, come ogni fine anno che si rispetti, è tempo di bilanci. Molte riviste di settore si stanno così dedicando in questi giorni a stilare la Top Ten delle dieci città più ecosostenibili e se non tutte sono d'accordo sul posto occupato da ognuna nella classifica, i nomi sono sempre sostanzialmente gli stessi. Non prendetela, quindi, come una vera e propria classifica ma come un elenco (in ordine alfabetico) delle migliori città dove vivere (magari, dove averle dato un'occhiata durante queste vacanze), se si vuole condurre una vita nel rispetto dei più alti standard ambientali senza sacrificare efficienza e tecnologia.

Le città del futuro saranno sempre più ecosostenibili
(Le città del futuro saranno sempre più ecosostenibili)

Amburgo, la seconda città tedesca per estensione, ha intrapreso un fitto programma di rinverdimento pubblico (più di 147 ettari di aree industriali sono state riconvertite in zone verdi) e sta potenziando il sistema di trasporto pubblico. L'obiettivo è ridurre le emissioni annuali di CO2 del 40 % per il 2020.

Bogotà, la capitale della Colombia. A marzo, si è svolta qui la Conferenza sullo Sviluppo sostenibile (organizzata dalla Commissione Economica per l'America Latina e i Caraibi, CEPAL) e a cui hanno partecipato 19 agenzie delle Nazioni Unite. Un bello scenario dove definire la nuova agenda di sviluppo per il 2015: l'amministrazione locale è, infatti, impegnata in un invidiabile programma ambientale che, oltre a interessare trasporto pubblico, aree verdi e contaminanti atmosferici, prevede un programma di sensibilizzazione della popolazione locale.

Copenaghen, la capitale della Danimarca, dove più della metà della popolazione si muove in bicicletta, tra piste ciclabili, bike sharing, edifici costruiti con materiali ecosostenibili e parchi di divertimento che sfruttano l'energia rinnovabile. Il suo impegno in favore della mobilità sostenibile, unito alle politiche di informazione e sensibilizzazione della cittadinanza, le sono valse il premio Capitale verde europea per il 2014.

Curitiba, la capitale dello stato brasiliano di Paraná, immersa tra i boschi e ricca di spazi verdi. Si ricicla più del 70 % dei rifiuti e tra la popolazione è diffusa la cultura della mobilità sostenibile.

Il giardino biologico di Curitiba
(Il giardino biologico di Curitiba)

Malmö, una città di circa 300000 abitanti nel sud della Svezia, detentrice di uno dei più grandi parchi eolici al mondo. Anche il porto è alimentato da fonti rinnovabili (fotovoltaico, eolico, biodiesel e idroelettrico) e gli edifici sono costruiti in maniera da ridurre al minimo le perdite energetiche.

Portland, nello stato dell'Oregon (negli Stati Uniti). Qui, più del 50 % del fabbisogno energetico è soddisfatto attraverso fonti rinnovabili e la maggior parte dei cittadini si spostano con mezzi pubblicità e di mobilità sostenibile.

San Francisco, il più grande centro economico e culturale della California del nord, ha istituito eco-distretti (associazioni di proprietari di immobili, commercianti, progettisti e residenti nel quartiere) per collaborare e avviare progetti di sviluppo sostenibile nella zona e con strategie mirate.

Stoccolma, la capitale della Svezia (che entra, dunque, in questa "classifica" con un altro centro), considerata tra le città più verdi del pianeta. Qui, i rifiuti si riciclano massicciamente, l'uso dell'energia elettrica è ottimizzato anche e soprattutto grazie alle fonti rinnovabili e si hanno i migliori standard di emissioni contaminanti.

Stoccolma è tra le città più verdi del pianeta.
(Stoccolma è tra le città più verdi del pianeta)

Vancouver, una città di mare della British Columbia in Canada. Ben il 90 % della energia elettrica proviene da fonti rinnovabili, le emissioni di CO2 e altre sostanze inquinanti sono bassissime e nel 2010 è stata la sede delle prime Olimpiadi sostenibili. Impianti e strutture sono stati costruiti secondo i principi della bioedilizia e dell'architettura sostenibile e sono state messe in atto poiltiche di mobilità sostenibili, funzionanti ancora oggi.

Last but not least (è proprio il caso di dirlo) Reikiavik, la capitale dell'Islanda, considerata la città più ecologica al mondo. Il 100 % del suo fabbisogno energetico è, infatti, soddisfatto da fonti rinnovabili (per lo più, geotermiche), sempre più implementate negli ultimi cinquant'anni, mentre la maggior parte dei veicoli (pubblici e privati) si muove a idrogeno.

AutoreDott.ssa Morena Deriu

Articolo letto 2.843 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli