La pergola di Barcellona: il più grande impianto fotovoltaico in Europa

Vi siete mai chiesti fin dove può arrivare un grande progetto ingegneristico? La risposta a questa domanda si trova nel secondo maggiore centro finanziario industrializzato della Spagna,capoluogo della Catalogna sede delle Esposizioni internazionali del 1888 e 1929: stiamo parlando di Barcellona, la città dove è stato insediato il più impressionante complesso fotovoltaico esistente in tutto il continente europeo, la Pergola Solar del Forum.

veduta del porto di Barcellona

(Veduta del porto di Barcellona accanto al quale ha sede il Parc del Forum, sito della Pergola Solar)

LA STORIA

Nel 1992 le Nazioni Unite scaturirono un programma d'azione nell'ambito della conferenza sull'ambiente e lo sviluppo sostenibile del pianeta, svoltasi lo stesso anno a Rio de Janeiro. Tale programma fu chiamato Agenda 21, consistente nella piena pianificazione delle azioni da intraprendere fino al XXI secolo dall'ONU e dai governi internazionali in relazione alle tematiche prioritarie riferite alle emergenze climatico-ambientali e socio-economiche dell'intero pianeta.

Successivamente le azioni furono rinforzate da un trattato internazionale in materia ambientale inerente il problema del riscaldamento globale sottoscritto con il Protocollo di Kyoto, nell'omonima città alla data dell'11 Ottobre 1997, dai rappresentanti di oltre 180 Paesi, riuniti in occasione della Conferenza UNFCCC sulla convenzione quadro dell'ONU in merito alla problematica dei cambiamenti climatici.

A partire dall'anno 2000 il Governo spagnolo, nel rispetto dei suddetti programmi e protocolli d'intesa internazionale, decise di fissare per tutti gli edifici una condizione obbligata relativa ad un usufrutto pari ad una quota del 60% inerente il consumo di acqua calda, ottenuta imprescindibilmente attraverso lo sfruttamento di energia solare. Per questo motivo, le autorità si attivarono per la realizzazione di un'immensa struttura a pannelli fotovoltaici, che venne costruita in posizione strategica all'irraggiamento sul lungo mare, con forma simile ad una grande vela sospesa a mezz'aria.

Dopo un lungo lavoro compiuto da un pool di aziende europee all'interno della sede del Forum Mondiale della Cultura, nell'ambito di un progetto per la riqualificazione dell'area portuale, la pergola venne inaugurata nel 2004 e contornata dai più moderni edifici architettonici. Il progetto fu promosso dall'Agencia d'Energia de Barcelona, un consorzio nato appositamente per rispondere alle esigenze di sostenibilità mondiali, impegnato costantemente nell'attivazione di campagne di sensibilizzazione in merito alle tematiche green del risparmio energetico, dello sviluppo di sistemi di monitoraggio dei consumi e della realizzazione di strutture atte alla produzione di energia pulita.

LE CARATTERISTICHE

La grande Pergola Solar ricopre quasi le stesse dimensioni di un terreno calcistico: raccoglie infatti una copertura di sistemi di supporto su moduli fotovoltaici mono cristallini, in un numero stimato con precisione sulla cifra di 2686, posizionati su di un'unica struttura di dimensioni comprese tra i 112 metri x 50, per un complesso energetico totale di 444 kWp.

Le grandi celle fotovoltaiche sono costituite da lamine di materiali semiconduttori in silicio di colore blu-azzurro. Questi moduli della tipologia monocristallina sono costituiti da un singolo cristallo di silicio, tagliato direttamente da un lingotto, con particelle atomiche perfettamente allineate allo stato puro, appositamente studiato per garantire la massima conducibilità su di un wafer a struttura omogenea.

Ogni cella è cablata in superficie con una griglia di materiale conduttore che ne canalizza gli elettroni, quindi connessa alle altre mediante ribbon metallici di attraversamento, per la creazione di opportune serie e paralleli elettrici. Notevole il complicato lavoro effettuato sulle scatole di giunzione comprendenti i collegameni dei cavi e i diodi di bypass, atti a definire la massima tensione del sistema e  finalizzati ad evitare che le celle, non in conduzione a causa di eventuali ombreggiamenti, siano attraversate dalla corrente e danneggiate per surriscaldamento.

Questo incredibile lavoro, prodigio della tecnica, ha prodotto così la spettacolare opera ingegneristica capace di generare un quantitativo di energia elettrica utile al fabbisogno di circa 1000 famiglie spagnole. Attraverso attenti ed accurati studi di fattibilità e simulazioni fotovoltaiche effettuate con l'ausilio delle più affinate tecnologie, la pergola è stata situata all'interno di un'area laterale del Parc del Forum, il parco pubblico tra la città e la zona di San Adrian del Besos, sulla costa settentrionale, accanto al Forum Buildingnbsp;e al Centro Congressi Internazionale.

Con sguardo sul mare, la Pergola Solar è stata posizionata ed inclinata secondo attenti studi effettuati in fase di progettazione in relazione alla latitudine e all'altitudine del posto e le relative caratteristiche di assorbimento e riflessività, in un modo atto al massimo sfruttamento in considerazione della propagazione dei caldi raggi del sole del Mediterraneo, per ottenere così la massima produzione di energia dell'impianto.

Vista della grande Pergola Solar

(Veduta a distanza della grande Pergola Solar)

L'IMPATTO AMBIENTALE

Certamente la costruzione della Pergola Solar destò ai tempi notevoli critiche: il sito dell'installazione fu sede del precedentemente citato evento del 2004, il Forum Universale delle Culture, ideato dall'allora sindaco di Barcellona Joan Clos. L'evento non ebbe grande successo, fu controverso e sollevò non poche polemiche in città a causa delle frequenti critiche continuamente mosse contro la diffusione del fotovoltaico in termini antiestetici e di incompatibilità con il territorio e di presunte speculazioni di denaro, comunque mai dimostrate.

Ciononostante rimane il fatto della compiuta realizzazione di una struttura ad esplicazione di un perfetto esempio di integrazione di moduli su basi già esistenti, costruita secondo il rispetto delle normative su architetture pertinenti al circondariato.

La Pergola Solar non deve far inoltre dimenticare l'importanza della sua connotazione simbolica di opera a favore del valore della necessità fondamentale di un'energia pulita e sostenibile, soprattutto per la riduzione delle emissioni del quantitativo di CO2, ovvero le emissioni di biossido di carbonio imputate come principali colpevoli dell'effetto serra e per la cui riduzione si battono i Paesi industrializzati: la pergola infatti, ne evita l'emissione di ben 440 tonnellate annuali, un dato di indiscutibile successo in relazione agli standard dei rapporti stilati di anno in anno nonché un grande passo avanti per la Commissione Europea ed i raggiungimenti degli obiettivi prefissati.

AutoreDott.ssa Elisabetta Berra

Articolo letto 3.825 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli