Fibonacci Tree House: l'incantevole casa sull'albero che somiglia a una spirale

Avete mai pensato di vivere in un'originale, moderna ed ecologica casa sull'albero? Se questo è stato ed è il "vostro sogno", potete rivolgervi alla Blue Forest, compagnia dei fratelli Andy e Simon Payne, specializzata nella costruzione di luxury tree house, ossia di lussuose case sull'albero. Tra di esse ha riscontrato un grandissimo successo quella ispirata alla spirale di Fibonacci.

Questa spirale logaritmica si ritrova molto spesso in natura, ad esempio nella forma dei gusci di lumaca, nelle conchiglie, nella traiettoria seguita da certi insetti e nel modo in cui sono disposti i semi dei girasoli. In quest'ultimo caso, le infiorescenze sono disposte al centro del fiore in due spirali che girano in senso orario e antiorario.

Più nello specifico, tale conformazione consente agli organismi vegetali di avere uno sviluppo ottimale e senza spreco di spazio. Nel mondo animale, invece, essa garantisce uno sviluppo omogeneo e auto somigliante, ossia l'organismo può crescere senza cambiare forma. Di conseguenza, la struttura mantiene il medesimo aspetto sia se s'ingrandisce, sia se si rimpicciolisce.

Per approfondire il concetto si può leggere il documento "La spirale meravigliosa, in matematica e in natura" prodotto dal Liceo Scientifico Statale "Filippo Juvarra" di Torino.

disegno della spirale di Fibonacci

(Rappresentazione della spirale di Fibonacci. Fonte wikipedia)

La Fibonacci Tree House (così è stata chiamata la costruzione dalla Blue Forest) è stata realizzata in Spagna per sfruttare al meglio gli spazi di una zona boschiva altrimenti inutilizzati e si presenta come un rifugio naturale dotato di ogni comfort. Ha, infatti, un angolo cottura moderno, di colore bianco e adatto per preparare una cena, un pranzo o una merenda ad un piccolo gruppo di ospiti, sia grandi che piccoli.

Interno della Fibonacci Tree House con ben visibile l'angolo cottura

(Interno della Fibonacci Tree House, dove si può ben vedere l'angolo cottura con il frigo bevande) 

Gli interni sono estremamente luminosi e arieggiati, grazie alle grandi vetrate affacciate sul terrazzo che creano una sorta di ideale continuità con l'esterno e, in questo modo, danno anche la sensazione di uno spazio più grande.

Interno luminoso della Fibonacci Tree House

(Altra visuale dell'interno della Tree House, in cui si può intuire l'estrema luminosità dell'ambiente)

Interamente edificata con il legno di scarto, recuperato dalle manutenzioni del bosco, con finiture di rame, la casa si snoda lungo un "ponte di corda" sospeso tra gli alberi e molto simile, nell'aspetto, a quello dei parchi giochi per bambini o, se vogliamo volare lontano con la fantasia, alle costruzioni del villaggio di Peter Pan, nella sua Isola che non c'è. Ma può anche ricordare i ponti delle navi dei pirati.

Il ponte in corda che collega la casa sull'albero al patio

(Ponte in Corda, sospeso nel bosco)

Attraverso questo passaggio, si arriva ad una sorta di patio, sempre di legno, collegato ad un'incredibile e pauroso scivolo di 23 metri, a misura di bambino ma anche di adulto. Tale struttura offre un'eccitante discesa e termina in prossimità dell'ingresso del giardino, a poca distanza dal cinema all'aperto e dal bar.

Lo scivolo della Fibonacci Tree House

(L'incredibile scivolo di 23 metri della Fibonacci Tree House)

La conformazione della Fibonacci Tree House è per l'appunto quella di una spirale, ben visibile non solo ad uno sguardo esterno, ma anche interno, dove tra il soffitto e la parete di fondo non c'è interruzione, bensì un continuo. L'impressione che si ha è, quindi, di una prosecuzione dell'uno nell'altra, in una forma armonica e morbida, del tutto inusuale rispetto alle architetture odierne e per questa ragione innovativa.

Esterno della Fibonacci Tree House

(Esterno della Fibonacci Tree House)

L'originalità della casa, però, risiede anche nella filosofia che sta alla sua base e che ricorre in tutte le costruzioni simili ad essa, realizzate dalla Blue Forest. Ovvero, comodità, divertimento e riconnessione con la natura. Probabilmente, i fratelli Payne, influenzati dalle loro origini (sono nati in Kenya) e da un'infanzia trascorsa in grandi spazi aperti e paesaggi di rara bellezza, hanno voluto riprodurre nei loro progetti quest'esperienza, cercando di avvicinare le persone alle meraviglie del mondo naturale.

Il patio della Fibonacci Tree House

(Il patio della Fibonacci Tree House)

Le case sugli alberi, usate come abitazioni nei più disparati periodi storici per difendersi da una terra inospitale, sono, tutt'ora, molto diffuse in alcune zone dell'Asia a pericolo di inondazione.
Nel resto del mondo, la rinascita di un interesse verso questo genere di strutture ha visto una folta clientela rivolgersi all'azienda Blue Forest per edificare nelle loro proprietà una Tree House.

Questo genere di richiesta, tuttavia, deve tenere conto di alcuni aspetti chiave:

  • il permesso di pianificazione, indispensabile per procedere con i lavori;
  • la manutenzione della Tree House da effettuarsi, in media, ogni 2-3 anni, fondamentale per garantirne la sicurezza e il totale sfruttamento;
  • lo studio dell'impatto che la casa avrà sulla salute della pianta scelta per ospitarla.

Per quanto riguarda quest'ultimo aspetto, le tecniche sviluppate dalla Blue Forest sono, ormai, così avanzate e specializzate da ridurre al minimo gli eventuali effetti negativi sulla flora e la fauna delle zone adibite all'edificazione.

La Tree House, dunque, è una soluzione fantasiosa per ripensare una vita a contatto con la natura, senza rinunciare agli agi di un'abitazione classica e, perché no, al gioco.

Le foto sono state tratte dal sito della Blue Forest.

Fonti:
Blue Forest
GreenMe
Greenbuilding (Rinnovabili.it)
Wikipedia

AutoreDott.ssa Elisabetta Rossi

Articolo letto 3.083 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli