Caricare il cellulare anche al mare grazie alla borsa da spiaggia solare

Telefonini e piccole apparecchiature elettroniche sono oramai sempre più irrinunciabili: accompagnano le nostre vite permettendoci di poter sentire all'istante l'amico o il familiare per fare due chiacchiere oppure rendono possibile qualche opzione di svago, magari durante situazioni di attesa in determinati luoghi, come la lettura di un e-book o la pratica di un simpatico gioco.

I nostri piccoli strumenti elettronici, non possono certo mancare di accompagnarci anche in spiaggia, quando finalmente ci si reca al mare in occasione delle tanto desiderate e meritate vacanze estive.

Ma, nel caso di una permanenza su una spiaggia sabbiosa, dove può essere possibile riporli al fine di tenerli al sicuro e soprattutto, come si può fare nel qual caso la batteria si scaricasse improvvisamente?

Anche in questo caso ci viene in aiuto la tecnologia solare che, con gli strumenti che la caratterizzano, è andata ad applicarsi a un oggetto solito e comune all'utilizzo vacanziero, al fine del trasporto di indumenti o oggetti da portare con sé quando ci sia avvia sulla riviera marittima.

Vediamo di cosa si tratta.

La borsa da spiaggia solare

Si tratta di una borsa da spiaggia in cotone naturale, con fondo in nylon e intessitura a punti rinforzati, robusta e resistente.

Delle dimensioni di 48x38x28 centimetri, del peso di 600 grammi e della capienza di 51 litri, questa borsa si differenzia dai comuni e pratici oggetti a lei affini per la particolarità dell'integrazione estraibile nel tessuto di un pannello solare CIGS flessibile, impermeabile e ad alto rendimento.

Il modulo fotovoltaico di nuova generazione, presenta caratteristiche

  • dimensionali di 31x31x0,25 centimetri
  • di potenza da 6,5 W
  • di intensità di generazione di corrente da 16.5V
  • di capacità da 325 mA
  • del peso di 200 grammi

ed è utile a favorire l'utilizzo della borsa in quanto carica batterie per apparecchi elettronici tascabili come possono essere:

  • telefoni cellulari e smartphone
  • navigatori GPS
  • radio
  • lampade portatili
  • iPod
  • lettori MP3 o MP
  • fotocamere e videocamere
  • consolle di gioco portatili

tramite l'apposito collegamento ad un ingresso pressochè identico a quello dell'accendisigari da automobile.

La borsa solare

(La borsa da spiaggia solare)

Esponendo dunque la pratica borsa solare all'irraggiamento conferito da una giornata di pieno sole, sarà possibile provvedere alla ricarica dei dispositivi ora elencati in una tempistica compresa tra le 2 e le 6 ore a seconda dell'oggetto e delle relative batterie, collegando questo stesso ad essa attraverso appositi adattatori e prese fornite insieme alla borsa, quali:

  • una presa jack
  • una presa accendisigari 12-24 V
  • un adattatore USB

e posizionando comodamente l'apparecchio elettronico in una specifica tasca interna.

Quanto costa e dove trovarla

La pratica borsa da spiaggia solare è garantita 1 anno, costa 179,90 euro IVA inclusa e può essere direttamente acquistata attarverso il sito www.watteo.fr

AutoreDott.ssa Elisabetta Berra

Articolo letto 1.204 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli