Impianti fotovoltaici superiori a 12 kW: apertura e iscrizione al secondo registro

Oramai lo si attendeva da mesi, ma da poche settimane il GSE ha pubblicato nel suo sito dedicato il bando di iscrizione al secondo Registro per gli impianti fotovoltaici superiori ai 12 kW, indicando il termine perentorio del 17 maggio 2013 alle ore 21, giorno dopo il quale la possibilità di inclusione verrà a cessare.

Come e dove iscriversi al secondo Registro

L'iscrizione al secondo Registro deve essere effettuata tramite il portale informatico dedicato e il mancato inserimento della documentazione necessaria comporterà automaticamente l'esclusione, senza possibilità di invio di documentazione integrativa.

Limite di spesa massima del secondo Registro e termini di scadenza iscrizione

L'ammissione nella graduatoria del secondo Registro è consentita esclusivamente entro il limite di 70,46 mln di euro, cifra fissata dall'art.3, comma 3 del Decreto interministeriale del 5 luglio 2012, in cui il GSE, al termine del 17 maggio, acquisirà i dati degli impianti fino al limite di spesa precisato sopra e ammetterà in graduatoria esclusivamente coloro che hanno richiesto l'inclusione nel costo cumulato annuo di 6,7 mld di euro.

Il GSE, infatti, specifica che: "L'eventuale raggiungimento dei 6,7 miliardi di euro in data antecedente alla pubblicazione della graduatoria comporta la chiusura anticipata della procedura, stante l'impossibilità, in tal caso, di assegnare risorse sia agli impianti che accedono direttamente ai meccanismi incentivanti, sia agli impianti per i quali sia stata presentata richiesta di iscrizione al Registro".

Spese istruttorie da corrispondere al GSE per l'iscrizione al secondo Registro

I soggetti responsabili di un impianto fotovoltaico superiore ai 12 kW che intendono iscriversi al secondo Registro e richiedono le tariffe incentivanti previste dal DM 05/07/12 devono corrispondere al GSE un contributo per le spese istruttorie di:

  • 3 euro per ogni kW di potenza nominale per impianti fino a 20 kW;
  • 2 euro per ogni kW di potenza per impianti superiori i 20 kW.

Potenza nominale dell'impianto

Costo spese istruttorie per iscrizione al Registro

Impianti fino a 20 kW 3 euro per ogni kW
Impianti superiori i 20 kW 2 euro per ogni kW

Spese istruttorie da corrispondere al GSE per gli impianti che accedono direttamente ai meccanismi incentivanti

Il contributo delle spese di istruttoria deve essere corrisposto all'atto della presentazione delle richiesta dell'accesso alle tariffe incentivanti per tutte le tipologie di impianti fotovoltaici che accedono senza bisogno di iscrizione al registro ai meccanismi di incentivazione o, se diversamente, l'impianto necessita di iscrizione al registro, il contributo per le spese di istruttoria deve essere corrisposto all'atto di iscrizione al Registro.
 
In seguito all'iscrizione verrà consegnata una copia digitale del documento che dovrà essere trasmessa al GSE, caricandola esclusivamente sul portale informatico dedicando, copia che attesta l'avvenuto pagamento, indicando nel documento il codice identificativo GSE.

Gli altri bandi pubblicati dal GSE: le fonti rinnovabili non fotovoltaiche

Il Gse ha pubblicato, inoltre, altri tre bandi relativi all'inclusione e iscrizione ai Registri, alle procedure d'asta per l'ottenimento degli incentivi per la produzione di energia da impianti da fonti rinnovabili non fotovoltaiche, senza differenza di potenza nominale.

I registri per l'ottenimento di agevolazioni per le fonti rinnovabili diverse da quelle fotovoltaiche verranno aperti il 12 aprile 2013 alle ore 9:00 e verranno chiusi il 10 giugno 2013 alle ore 21.

Le richieste di iscrizione ai registri per la produzione di energia da fonti rinnovabili non fotovoltaiche devono essere trasmesse attraverso il portale dedicato entro il termine perentorio sopra citato, utilizzando l'applicazione informatica Fer-E, richiedendo l'iscrizione al Registro selezionando il riquadro "Accedi al 5° Conto Energia", portale che il Gse ha realizzato per la sola registrazione e al quale è possibile accedere tutti i giorni 24 ore su 24, facendo eccezione dei giorni di apertura e chiusura del registro stesso.

Le fonti rinnovabili non fotovoltaiche: requisiti di accesso all'iscrizione al secondo Registro

Il DM 06/07/2012 ha definito i requisiti e le caratteristiche necessarie agli impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili non fotovoltaiche disponendo che possono partecipare all'iscrizione al registro e all'ottenimento dei meccanismi di incentivazione:

  • tutte le tipologie di impianti non fotovoltaici di nuova costruzione;
  • tutte le tipologie di impianti non fotovoltaici ricostruiti;
  • tutte le tipologie di impianti non fotovoltaici riattivati con potenza non superiore alla potenza di soglia nelle strutture abitative preesistenti;
  • tutte le tipologie di impianti non fotovoltaici con potenza di picco non inferiore a 1 kW, sottoposti a interventi o opere di potenziamento o rifacimento, entrati in esercizio dopo il 31 dicembre 2012. In questo caso, il valore stabilito prima dell'intervento di potenziamento o rifacimento non deve essere superiore al valore di soglia descritto dagli impianti alimentati dalla stessa fonte rinnovabile non fotovoltaica, stabilito in 5 MW.

Impianti che accedono direttamente al meccanismo di incentivazione senza bisogno di iscrizione al secondo Registro

Accedono al meccanismo di incentivazione, tutte le tipologie di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili non fotovoltaiche senza bisogno di iscrizione al secondo Registro:

  • gli impianti eolici;
  • gli impianti alimentati da fonte oceanica con potenza nominale fino ai 60 kW;
  • gli impianti idroelettrici con potenza di concessione fino ai 50 kW;
  • gli impianti alimentati a biomassa con potenza fino a 200 kW;
  • gli impianti alimentati a biogas con potenza fino a 100 kW.

Entrata in esercizio dell'impianto fotovoltaico: modalità di iscrizione al secondo Registro

Se l'impianto fotovoltaico è entrato in esercizio prima della presentazione della documentazione per la richiesta di iscrizione al Registro, il Soggetto Responsabile dell'impianto deve dare comunicazione al GSE della data di entrata in esercizio al momento dell' iscrizione al Registro.

Se l'impianto fotovoltaico è entrato in esercizio in seguito alla presentazione della documentazione per la richiesta di iscrizione al Registro, il Soggetto Responsabile dell'impianto ha tempo per tutto l'arco di apertura del registro di dare comunicazione della data di entrata in esercizio dell'impianto, predisponendo l'aggiornamento della data di richiesta di iscrizione al Registro, utile al GSE ai fini della formazione della graduatoria di merito.

Gli impianti fotovoltaici che non rientrano nella graduatoria del secondo Registro

I Soggetti Responsabili di un impianto fotovoltaico che si trovano in posizione tale da NON rientrare nel limite di costo previsto per l'iscrizione al secondo registro, per ottenere l'accesso alle tariffe incentivanti, dovranno presentare la richiesta di iscrizione al Registro successivo.

Autore Maria Francesca Massa

Articolo letto 2.032 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli