Installare un impianto fotovoltaico nel centro storico: è possibile?

Vivete in un centro storico, ma desiderate installare un impianto fotovoltaico? C'è da dire che ogni regione ha dei regolamenti a riguardo e anche ogni comune, per cui il primo passo da compiere è informarsi nel proprio comune di residenza per valutare le regole da seguire e garantirsi un impianto fotovoltaico "indiscutibile", ma ci sono anche delle normative valide per tutti.

Il centro storico di una città, di un paese, soprattutto se riqualificato, è il protagonista della vita cittadina, il luogo in cui ci si riunisce, il luogo che racconta la storia e la vita di chi lo ha costruito, lo ha realizzato. Ebbene, installare dei pannelli fotovoltaici, significherebbe creare uno stacco tra il passato e il futuro e l'integrazione a delle bellezze storiche non è sicuramente facilmente raggiungibile, nonostante gli sforzi.

Ogni regione, ogni comune, a tale proposito, si muove in modo differente, ma attualmente la via accettata alla maggiore è la garanzia dell'installazione di sistemi solari da fonti rinnovabili con la sola cura di garantire un impatto visivo nullo e la perfetta integrazione architettonica. In altre parole, in aree di particolare interesse storico e artistico, gli impianti fotovoltaici sono permessi e devono esserci, ma non devono vedersi. Come fare, dunque? Scegliere gli impianti integrati all'edificio o che sostituiscano degli elementi architettonici di esso, come le tegole fotovoltaiche o i pannelli solari integrati al tetto o alle facciate. Per maggiori informazioni, si consiglia l'articolo seguente sulle tipologie di impianti integrati.

Come si deve procedere per installare un impianto fotovoltaico in un centro storico

Il procedimento necessario per l'accettazione dell'installazione dell'impianto fotovoltaico su un'abitazione soggetta a vincoli storico-paesaggistici, ovvero alla NTA, è l'iter consueto:

  • presentazione della Dia (Dichiarazione di inizio attività);
  • i progetti vanno sottoposti al parere della Soprintendenza che ne approva o nega l'installazione.

Requisiti dell'impianto fotovoltaico da installare in un centro storico

L'impianto fotovoltaico nei centri storici deve essere completamente inserito nell'ambiente in cui viene installato e assolvere la funzione di riqualificazione energetica, salvaguardando l'identità di bellissimi centri storici medievali che in Italia sono molto diffusi, ma allo stesso tempo permettendo di donare alle cittadine l'energia pulita e gratuita che meritano per ridurre i consumi energetici e le emissioni di CO2, che inquinano gli stessi borghi storici.

Il progetto, inoltre, non è fine a sé stesso, in quanto, nel 2020 tutti gli stati membri europei hanno l'obiettivo e l'obbligo di avere solo edifici a bilancio energetico zero, con sistemi da fonti rinnovabili realizzati nell'ottica del Building Integrate Photovoltaic, in cui  tutti gli elementi compositivi degli impianti solari sono sostitutivi degli elementi architettonici e non più solo sovrapposti o poggiati.

Il Quinto conto energia parla, infatti, di impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative in cui vengono indicati anche i requisiti dei soggetti e degli impianti che devono utilizzare moduli non convenzionali e componenti speciali, con una potenza nominale da 1 Kw a 5 Mw e con determinate caratteristiche costruttive.

Le abitazioni soggette a vincoli paesaggistici nei centri storici andranno a utilizzare la tipologia di moduli fotovoltaici non convenzionali come:

  • moduli fotovoltaici flessibili, come le guaine;
  • moduli fotovoltaici rigidi come i nastri in film sottile su supporto rigido;
  • moduli fotovoltaici trasparenti per finestre, facciate continue e coperture.

Fermo restando che per le installazioni sui tetti delle abitazioni, sul mercato si fanno sempre più spazio le tipologie di tegole e coppi fotovoltaici, di aspetto identico alle tegole tradizionali, che per loro prestazioni ben si avvicinano al rendimento elettrico di un tradizionale impianto fotovoltaico, permettendo di risultare completamente invisibili dall'esterno, in quanto completamente integrate all'edificio e parte di esso: il modulo fotovoltaico e la cella solare sono inserite all'interno del coppo e della tegola stessa.

(Esempio di installazione di celle fotovoltaiche tra le tegole di un tetto nel centro storico da - www.promomail.maggioli.it

Come aumentare il rendimento di impianto fotovoltaico di un centro storico

Per ovviare l'inclinazione, l'orientamento e le situazioni di ombreggiamento che potrebbero limitare il rendimento termico di questa tipologia di sistemi solari, alcune tegole dispongono dell'installazione di un diodo di by-pass che rende il sistema solare esente da problematiche di ombreggiamenti, mentre il canale di ventilazione, tra la cella solare e la tegola, rende il sistema meno soggetto alle alte temperature.

Per ben inserire i pannelli anche nella colorazione, anche in questo caso, ci si avvale delle regole sull'integrazione, per cui le celle solari sono colorate permettendo di generare giochi e effetti cromatici su tetti, facciate e in contesti storici in cui la presenza di un impianto fotovoltaico non deve essere percepita.

A ogni modo, seguendo tutte le normative che riguardano regioni e il vostro comune di residenza, l'installazione di un impianto fotovoltaico nella vostra abitazione soggetta a vincoli paesaggistici non potrà mai essere troppo difficoltosa, ma sta a voi verificare e valutare qual è la soluzione ideale per voi, per il vostro risparmio energetico, ma anche per mantenere intatta una struttura che ha fatto la storia del vostro paese.

Autore Maria Francesca Massa

Articolo letto 19.144 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli