In Inghilterra le energie rinnovabili sono un successo: buoni incentivanti raddoppiati per chi passa al riscaldamento verde

I cittadini inglesi che vogliano sostituire vecchi ed inquinanti sistemi di riscaldamento in uso nelle proprie abitazioni per passare ad una più ecologica ed innovativa fonte verde a grande risparmio e impatto zero sono doppiamente sostenuti dal Governo britannico: il Renewable Heat Premium Payment inglese infatti ha recentemente raddoppiato il valore dei buoni incentivanti messi a disposizione degli inglesi per il passaggio a sistemi di riscaldamento a basso impatto ambientale. Vediamo, nello specifico, di che cosa si tratta.

L'estensione del Renewable Heat Premium Payment inglese

Il Renewable Heat Premium Payment è un sussidio una tantum concesso ai cittadini dal Governo inglese a sostegno dei costi di installazione per impianti e tecnologie rinnovabili all'interno della propria abitazione, nato come supporto provvisorio per permettere ai cittadini l'installazione di tecnologie rinnovabili specifiche per il riscaldamento come caldaie a biomassa, pompe di calore e pannelli solari termici.

Il 26 Marzo 2013, il Department of Energy and Climate Change ha annunciato un'estensione del sussidio prorogando lo schema di incentivi fino alla fine del mese di Marzo 2014. Questa estensione continuerà ad offrire sovvenzioni una tantum alle famiglie di tutta l'Inghilterra, la Scozia e il Galles e comprenderà inoltre un concorso riservato ai landlords per la messa a disposizione di fondi per l'installazione di tecnologie per il riscaldamento da fonte rinnovabile.

Il raddoppiamento dei buoni incentivanti

Il Dipartimento di Energia ha così deciso l'aumento del doppio per il livello dei buoni disponibili per ciascuno dei quattro settori tecnologici verdi interessati come indicato nella tabella sottostante:

TECNOLOGIA DI RISCALDAMENTO VERDE

VALORE DEI BUONI

Pompe di calore aria-acqua 1300 Sterline
Caldaie a biomassa
2000 Sterline
Pompe di calore terra-acqua
2300 Sterline
Riscaldamento solare per acqua calda termale
600 Sterline

Valori che sono entrati recentemente in vigore a partire dal 20 Maggio 2013 e che vincolano i nuovi interessati a svolgere un apposito Green Deal, una valutazione necessaria previa le domande di pagamento del buono ed inerente la scelta della tecnologia maggiormente appropriata per l'abitazione.

Il programma di monitoraggio del Renewable Heat Premium Payment

Il Renewable Heat Premium Payment prevede inoltre un'azione di monitoraggio: tutti i cittadini interessati infatti, sono invitati a presentare, tramite la compilazione di sondaggi online, informazioni sul funzionamento della tecnologia verde installata.

Un programma di monitoraggio, coordinato dal Building Research Establishment, l'ente di ricerca ambientale della Energy Saving Trust, l'organizzazione no profit finanziata dal Governo britannico per la promozione dell'ulilizzo sostenibile dell'energia, atto a consentire al Governo inglese il maggiore apprendimento in tema di tecnologie rinnovabili e di fornire dati in tempo reale al Dipartimento di Energia, per consentire loro di valutare le prestazioni degli impianti e, in particolare, delle pompe di calore

 I risultati raccolti dalle politiche di monitoraggio, saranno infatti utilizzati come informativa sugli sviluppi della tecnologia a pompa di calore per l'ulteriore miglioramento delle politiche governative future.

Schema di impianti a pompe di calore

(Schema rappresentativo della caratteristica impiantistica a pompa di calore aria-acqua, acqua-acqua, terra-acqua)

L'impegno del Governo Inglese

Il Governo inglese sta dimostrando un grande impegno con un contributo concreto allo sviluppo della green economy nel favorire l'incremento di tecnologie non inquinanti a sfruttamento da fonte rinnovabile per la salvaguardia dell'ambiente e la diminuzione dell'utilizzo, sia per quanto riguarda il riscaldamento che per il consumo di elettricità, di combustibili fossili.

Nel Regno Unito circa un quinto degli immobili risulta non essere collegato alla rete nazionale del gas. I residenti delle zone quindi, per il riscaldamento delle loro abitazioni, sono costretti ad utilizzare costosi ed altamente inquinanti derivati del petrolio.

 L'impegno governativo continuo prevederà inoltre la sostituzione a breve del Renewable Heat Premium Payment con il Renewable Heat Incentive, un nuovo metodo d'incentivazione che enterà in vigore entro il mese di Marzo 2014 con un'offerta di incentivi regolari alle famiglie che istalleranno tecnologie verdi per il riscaldamento.

(Fonte: Energysavingtrust.org.uk)

AutoreDott.ssa Elisabetta Berra

Articolo letto 2.435 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli