Incentivi del conto termico: cosa sono, quali impianti solari possono fruirne e il tutorial per richiedere le agevolazioni

Parte il 3 Giugno 2013 la possibilità di iscriversi al registro del Conto termico: i registri apriranno alle ore 9:00 e verranno chiusi alle ore 21,00 del 1 agosto 2013. Lo ha decretato il GSE, in base al decreto del 28 dicembre 2012, il quale stabilisce le modalità di accesso al meccanismo di "incentivazione della produzione di energia termica da impianti a fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni". Il decreto prevede, inoltre, l'obbligo di iscrizione ai Registri per gli interventi di potenza termica nominale superiore ai 500 kW e inferiore o uguale ai 1000 kW.

Il riferimento alla potenza nominale degli impianti in oggetto del decreto sono da riferirisi al singolo edificio sia esso un fabbricato o un'unità immobiliare privato o facente parte di installazioni su impianti realizzati dalle Pubbliche Amministrazioni: l'utente proprietario provvederà a inviare la propria richiesta on-line nella sezione dedicata del sito del GSE, il Portaltermico, il giorno dell'apertura dei registri o in seguito, fino alla data di scadenza.

Stesura della graduatoria del GSE per il Conto Termico

In seguito alla scadenza del periodo in cui sarà possibile iscriversi ai registri per poter accedere e beneficiare degli incentivi del Conto Termico, il GSE stenderà le graduatorie sulla base dei dati dichiarati dai Soggetti Responsabili e in base a quanto riportato sul sito dello stesso GSE: "A seguito dell'iscrizione a registro, il GSE forma le graduatorie degli impianti iscritti, secondo criteri di priorità stabiliti in base a:

  • impianti che, pur avendo presentato domanda completa ed idonea per l'accesso ai meccanismi incentivanti di cui al DM 28/12/12, siano risultati in posizione tale da non rientrare nel contingente previsto, per gli anni successivi al 2013;
  • minor potenza degli impianti;
  • anteriorità del titolo autorizzativo;
  • precedenza della data della richiesta di iscrizione al registro.

ATTENZIONE: Gli impianti inclusi nelle graduatorie devono entrare in esercizio entro 12 mesi, a partire dalla data della comunicazione di esito positivo della procedura. In caso contrario saranno applicate le sanzioni indicate dal Decreto".

Quali documenti deve contenere la domanda per richiedere di beneficiare del Conto Termico

Nella domanda di richiesta di beneficiare degli incentivi del Conto Termico è necessaria la presentanzione di:

  • certificazione energetica;
  • schede tecniche degli impianti termici - fornite dal produttore;
  • fatture e bonifici delle spese sostenute.

NOTA BENE: i documenti, le fatture, le ricevute dei bonifici bancari devono essere conservate per almeno 5 anni. Se si desidera avere maggiori informazioni sulla presentazione delle certificazioni delle spese sostenute, consulta anche l'articolo sul come compilare la causale di un bonifico bancario per non avere problemi nella richiesta degli incentivi.

Modalità di beneficio e scadenza del Conto Termico: quote dovute

Il Conto termico presenta la possibilità di beneficiare dei suoi incentivi fino al 30 giugno 2013 nel caso di:

  • installazione di un impianto solare termico sotto i 50 mq.

QUOTA DOVUTA PER IL CONTO TERMICO: si ha diritto all'erogazione di 170 euro a mq di superficie di collettori solari installati nella vostra abitazione, somma che viene versata direttamente sul conto corrente: installando un impianto termico di circa 7-10 mq per un costo di circa 10.000 euro, si potrà recuperare dalle 1.200 alle 1.700 euro circa all'anno, per un totale di 2.400-3.400 in seguito al secondo anno.

Il video informativo sul Conto Termico: per ricapitolare

Il video seguente - puntata del 14/02/2013 di Studio Mattina - mette in evidenza le caratteristiche principali del Conto Termico, delle possibilità di beneficiarvi per l'installazione di particolari impianti per lo sfruttamento delle risorse rinnovabili e per aumentare l'efficienza energetica della vostra abitazione, ma anche in condominio, sostituendo i vecchi impianti, spesso causa degli elevati consumi energetici:

Perchè conviene il Conto Termico: recuperare i costi in soli 2 anni

Scegliere il Conto Termico per recuperare i costi iniziali dell'installazione di un sistema solare è la soluzione per l'utente che presenta un budget economico molto basso e desidera recuperare una piccola somma di denaro in poco tempo. La detrazione 50% permette di recuperare fino alla metà dei costi iniziale, ma con rate annuale e per un  periodo di tempo di 20 anni, mentre con l'agevolazione del Conto Termico è possibile scendere ad un periodo di tempo di 2 anni.

In questo caso, l'utente che sceglie di installare un sistema solare nella propria abitazione e beneficia degli incentivi del Conto Termico si assicura la produzione di energia da fonti rinnovabili, la riduzione della bolletta elettrica e dei tempi di recupero dell'investimento iniziale; l'erogazione della somma dovuta è di circa un terzo, rispetto alle spese sostenute, ma vengono corrisposte nel vostro conto corrente in due soluzioni di ugual quantità.

  • NOTA BENE: si ricorda che gli incentivi del Conto Termico sono destinati ai privati e agli enti pubblici per eseguire interventi ed azioni di miglioramento dell'efficienza energetica di edifici preesistenti (non ex novo) e per la produzione di energia termica attraverso lo sfruttamento delle fonti rinnovabili.

Come richiedere gli incentivi del Conto Termico: tutorial

Il seguente tutorial è utile per calcolare gli incentivi (annuo e totale) del Conto Termico per l'installazione di pompe di calore, sistemi di solare termico e la tipologia di solar-cooling, attraverso l'uso dei documenti excel dell'azienda SoladriaOltreEnergia, con la sola conoscenza delle caratteristiche tecniche degli impianti dei quali si desidera calcolare l'incentivo:

  • potenza termica;
  • zona climatica,
  • coefficiente di prestazione.



Autore Maria Francesca Massa

Articolo letto 2.748 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli