Il progetto tedesco di Photon Energy sbarca in Australia: fotovoltaico e stoccaggio ora insieme

Photon Energy, BAI e DENA (Deutsche Energie-Agentur GmbH) stanno lavorando insieme per dimostrare che si può accoppiare l'energia solare con un deposito di batterie efficace. Questa unione può sostituire le fonti energetiche convenzionali, come ad esempio il carburante impiegato per fornire energia alle aziende e le città locate in sedi appartate.  

In Australia, in una zona remota del continente, sarà  stato installato da Photon Energy, azienda fornitrice di soluzioni solari di alimentazione,  un impianto fotovoltaico da 39 kWh attaccato ad una batteria da 215 kWh. Si tratta di un progetto "pilota" inglobato all'interno dell'iniziativa "Rinnovabili Fabbricate in Germania" (Renewables Made in Germany), promosso dalla DENA, l'ente tedesco per l'energia, e cofinanziato dal BMWi (Ministero Federale Tedesco dell'Economia e dell'Energia).

 

Muswellbrook si trova a 250 km a nord di Sydney.(Muswellbrook si trova a 250 km a nord di Sydney
- Credit Foto: Solar off grid)

 

Questo progetto, FV-storage, concerne la progettazione, l'installazione e la gestione di un impianto fotovoltaico provvisto di batteria solare da dotare ad un'antenna di trasmissione. La struttura è gestita da BAI, fornitore di infrastrutture di comunicazione.  

L'antenna sarà il punto di riferimento per l'alimentazione completa di energia grazie ad un sistema solare fotovoltaico abbinato a 215 kWh di stoccaggio.
L'energia solare sarà immagazzinata durante le ore diurne dalla torre. Verrà così fornita un'alimentazione costante nelle 24 ore sia dalle batterie sia dal generatore di back-up.
La struttura prevista è così formata: una torre Telcom alimentata da un impianto fotovoltaico da 39 kWp e da un sistema di batterie da 215 kWh più un sistema aggiuntivo di back-up da 8 kVA diesel per le emergenze.
Saranno installati 96 pannelli solari, 24 batterie BAE (alimentati da batterie J+R), 3 inverter SMA, un sistema di monitoraggio.
I pannelli fotovoltaici sono installati ad una pendenza leggermente superiore rispetto al solito per massimizzare l'irraggiamento solare nei mesi invernali e l'alloggiamento del contenitore di archiviazione è dotato di unità di raffreddamento con tecnologia intelligente.
Il sistema di storage ibrido di alimentazione è progettato per fornire fino al 92% del consumo annuo di energia. Il resto sarà coperto da energia elettrica dalla rete o il sistema diesel di backup.

 

La torre immagazzinerà l'energia solare durante le ore diurne(La torre immagazzinerà  l'energia solare durante le ore diurne - 
Credit Foto: ReNewEconomy)

 

Grazie al finanziamento ottenuto dal Ministero Federale Tedesco per gli Affari Economici e l'Energia, Photon Energy  ha dato avvio al progetto. Sebbene la zona dove esso sarà realizzato è l'Australia, nello specifico nei pressi di Muswellbrook nel New South Wales, la tecnologia per questo sistema è stata realizzata principalmente in Germania. La collaborazione di Photon Energy sia con DENA (Agenzia Tedesca dell'Energia) sia con BAI ha aperto la strada all'uso di energie rinnovabili negli impianti di comunicazione in zone nascoste e lontane. L'attuale sistema di fornitura di energia viene sostituito da questa nuova infrastruttura da 251 kWh. Una volta testato, se i risultati sono positivi, potrebbe essere attivato  in altri luoghi in tutta l'Australia.
Photon Energy non è nuova a simili impianti. In Australia ha già installato impianti sul tetto. Ultimamente ha presentato un'opzione di finanziamento rivoluzionario per i clienti commerciali.

 

La torre di trasmissione è gestita da BAI e fornisce la regione con le trasmissioni radiofoniche (La torre di trasmissione è gestita da BAI e fornisce la regione 
con le trasmissioni radiofoniche -  Credit Foto: Solar off grid) 


Michael Gartner,  Amministratore Delegato di Photon Energy Australia, ha sottolineato come il progetto sia un grande passo avanti nella fornitura di energia pulita ed economicamente praticabile anche in zone remote. Questo progresso è stato possibile proprio grazie a DENA che ha selezionato l'azienda proprio con lo scopo di avviare   questo innovativo sistema di fotovoltaico con alimentazione a batteria.  Il solare fotovoltaico ha grandi potenzialità e può sostituire egregiamente le fonti energetiche convenzionali portando negli anni notevoli   vantaggi economici e un grande risparmio nelle emissioni. L'azienda è orgogliosa di poter dimostrare come sia possibile integrare il solare fotovoltaico in un sistema energetico. D'altra parte la strada giusta da percorrere è proprio quella dell'uso dell'energia solare.

Jim Hassell, BAI Group Chief Exectutive Officer, ha espresso il suo entusiasmo nell'esser coinvolti nel progetto. BAI Group è un fornitore di servizi che si basa sulle forze esterne del mercato. L'idea di essere in grado, un giorno, di auto-generare la propria energia è esaltante. L'esito a lungo termine del progetto si rivelerà vantaggioso per i clienti perché potranno fornire energia con un'impronta ecologica inferiore, una maggiore certezza dei costi e una maggiore affidabilità anche nelle località più remote. I risultati saranno valutati al fine di una futura implementazione e potenziamento delle reti.

 

Aziende partecipanti al progetto in Australia

 

Intere borgate e isole sono tagliati fuori dall'accesso alle reti energetiche nazionali e quindi devono fare affidamento a fonti di energia sostenibili e costose come i generatori diesel. Di conseguenza le spese per le imprese e le comunità aumentano, creando una disuguaglianza finanziaria e svantaggi nelle competizioni.
L'energia solare non è soltanto ecosostenibile, ma può essere fornita alle aziende con costi operativi inferiori ma con un valore maggiore per gli azionisti. 
Con l'energia solare possiamo migliorare drasticamente l'impatto ambientale globale.  
L'energia sostenibile non può più contare esclusivamente su argomentazioni ambientali, ma ha bisogno di dimostrare che è anche economicamente più efficiente con fonti di combustibile regolare. Con il progetto Muswellbrook saranno in grado di produrre prodotti solari fotovoltaici su misura per altre applicazioni off-grid in tutta l'Australia e il mondo. 

 Il progetto fa parte del programma mondiale di DENA chiamato  "Renewable Energy Solutions". 

 

Fonti :
Zero Emission
Photon Energy
Solar Off Grid 

Tutti i diritti sono riservati

AutoreDott.ssa Silvia Pasquariello

Articolo letto 506 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli