Produrre energia elettrica con un impianto eolico nella propria abitazione: il mini-eolico

Solitamente quando si pensa alla produzione di energia pulita e gratuita si pensa all'installazione di un sistema fotovoltaico sul tetto della propria abitazione. Oggigiorno, invece, si fa sempre più spazio l'idea della generazione di energia elettrica in quantità più elevata grazie allo sfruttamento di una fonte rinnovabile differente: il vento.

L'installazione di un mini-impianto eolico nella propria abitazione non è più un'utopia, ma può diventare la soluzione ideale per chi necessita di una produzione di corrente elettrica elevata o semplicemente vive in una zona climatica con elevata ventosità: un mini-impianto eolico può soddisfare il fabbisogno energetico anche di più famiglie, nel caso venga installato in una casa bifamigliare o in un condominio.

Chiamato impianto mini-eolico o anche microeolico, il sistema ha la potenzialità di convertire l'energia cinetica del vento in energia elettrica o meccanica, fruibile per il funzionamento degli apparecchi elettrici di tutta l'abitazione. In maniera particolare, per l'installazione di questa tipologia di sistema di eolico, l'impianto di bassa potenza da 0 a 20 kw, può essere installato in sistemi autonomi di utenze isolate, nella più conosciuta versione di stand-alone, o nei sistemi connessi con la rete, o la più conosciuta grid-connected. Fermo restando che quando si parla di impianto mini-eolico si intendono gli impianti da 0 a 200 kW.

Impianto mini-eolico installato su un'abitazione bifamigliare

(Esempio di installazione di un impianto mini-eolico su un'abitazione bifamigliare: l'intero impianto eolico è posizionato sul tetto)

Dimensioni di un impianto mini-eolico

Le dimensioni di un impianto mini-eolico sono fattibili per ogni posizionamento a uso domestico e vanno da:

  • generatori di altezza fino ai 40 m;
  • pale eoliche da 0,5 metri.

Posizionamento dell'impianto mini-eolico: potenza nominale da 0 a 20 kW

L'impianto mini-eolico deve essere posizionato nella parte più ventosa della vostra abitazione per assicurarsi una produzione di energia elettrica piuttosto continua, evitando di fruire troppo spesso di sistemi di corrente alternativa che farebbe aumentare la bolletta elettrica.

L'impianto microeolico è disponibile in commercio in differenti tipologie e potenze nominali per soddisfare ogni esigenza energetica e di prezzo, differenziandosi per il generatore:

  • generatori ad asse orizzontale, dotati di differente numero di pale che devono essere installate perpendicolari al vento;
  • generatori ad asse verticale, sono caratterizzati da piccole dimensioni, non necessitano di orientamento e funzionano anche con quantità di vento molto basse.

Se nella vostra abitazione installate un impianto microeolico di potenza nominale inferiore ai 20 kW non si è soggetti a Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), mentre per potenze nominali superiori è necessario l'ottenimento di alcune certificazioni e autorizzazioni, differenti per comune e regione.

Parametri di misurazione del vento per valutare la convenienza di un impianto mini-eolico

L'impianto mini-eolico deve essere installato in territori ventosi, ma esistono anche dei parametri di riferimento entro i quali questa tipologia di sistema da fonti rinnovabili può essere considerata remunerativa e conveniente non solo per soddisfare il fabbisogno energetico, ma anche per guadagnare e risparmiare sulla bolletta elettrica.

Il parametro di riferimento è la velocità media del vento su base annuale, calcolata su numerosi territori di installazione, valore utile per considerare un sito conveniente per la produzione di energia elettrica e che è pari a una velocità media annuale superiore ai  4,5 - 5,5 metri al secondo. I siti di installazione di un impianto mini-eolico che presentano questi parametri vengono considerati remunerativi sia nella produzione di energia elettrica sia nel guadagno delle tariffe incentivanti.

I siti maggiormente ventosi e che rispecchiano i parametri di riferimento per la misurazione del vento sono riscontrabili nei territori lungo le coste, nelle isole italiane e nel Sud Italia. Inoltre, i siti maggiormente convenienti per la produzione di energia elettrica possono essere considerati i territori con pendenza tra 6 e 16 gradi.

Per ricapitolare, osserva la tabella seguente sui parametri necessari per installare un impianto di mini-eolico nella propria abitazione:

Parametri di riferimento per la misurazione del vento

Velocità media vento

Pendenza territorio

Dati su base annuale 4,5-5,5 o superiore tra 6-16 gradi

Costo dell'impianto mini-eolico

Installare un impianto di mini-eolico nella propria abitazione ha un costo che si aggira intorno alle 3.000-5.000 euro per kW installato, anche se il prezzo è di molto variabile in base a:

  • la scelta dei generatori;
  • alla potenza nominale

Tempi di ritorno dell'investimento iniziale dell'impianto mini-eolico

I tempi di ritorno dell'investimento sono differenti in base alla produzione di energia elettrica e dagli incentivi ricevuti, ma in linea generale per un'abitazione standard, il tempo di ammortamento del costo iniziale dell'impianto è di circa 5 anni.

I vantaggi di installare un impianto mini-eolico

Installare un impianto minieolico per la produzione di energia elettrica nella propria abitazione ha molti vantaggi che toccano l'aspetto ambientale e quello economico, considerando anche il fatto che il vento, fonte rinnovabile, è una risorsa completamente gratuita e senza nessun impatto ambientale:

  • produzione di energia elettrica con bassa intensità di vento o in situazioni di turbolenze;
  • eliminazione della rumorosità;
  • basso impatto ambientale;
  • produzione di grandi quantità di energia elettrica.

Dov'è consigliabile installare un impianto mini-eolico?

L'installazione di un impianto mini-eolico è consigliabile sul tetto della vostra abitazione solo se:

  • le turbine dell'impianto sono di potenza nominale tra 0-3 kW;
  • vi è una ventosità media e continua;
  • sito non limitato da ostacoli che potrebbero ridurre la produzione di energia elettrica continuativa.

Cosa considerare nell'installazione di un impianto mini-eolico: tariffa omnicomprensiva e scambio sul posto

Nell'installazione di un impianto mini-eolico è importante considerare, oltre al posizionamento, la distanza dal punto di allaccio, in modo da ridurre la lunghezza dei cavi di collegamento e, di conseguenza, le dispersioni elettriche.

Gli incentivi per l'installazione di un impianto mini-eolico

Il V conto energia, per l'installazione di un impianto mini-eolico connesso alla rete elettrica prevede:

  • incentivazione di 0,291 euro a kWh prodotto per gli impianti tra 1 e 20 kW;
  • incentivazione di 0,268 euro a kWh prodotto per gli impianti tra 20 e 200 kW.

Il meccanismo di incentivazione ha una durata di 20 anni e comprende sia la tariffa ominicompresiva che la possibilità di stipulare il contratto di scambio sul posto.

Con il contratto di scambio sul posto l'energia prodotta e immessa in rete viene remunerata, con cadenza trimestrale. Nel caso di saldo positivo nel conguaglio annuale tra l'energia immessa in rete e quella prelevata, l'importo eccedente la spesa sostenuta dall'utente viene conservato come credito per gli anni successivi.

Per avere un'idea più chiara, osserva anche la tabella seguente sulle differenti incentivazioni della tariffa omnicomprensiva per l'installazione di un impianto mini-eolico:

Potenza nominale impianto mini-eolico

Tariffa omnicomprensiva

a kWh prodotto

Durata contratto tariffa omnicomprensiva

Tra 1 e 20 kW 0,291 EURO
20 anni
Tra 20 e 200 kW 0,268 EURO
20 anni
Autore Maria Francesca Massa

Articolo letto 23.845 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli