Il 2015: l'anno della luce!

Il 2015? Si prepara ad essere l'anno internazionale della luce e delle tecnologie pensate e basate su di essa. Ciò è emerso in occasione della 68esima Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Alla base c'è la volontà di dare sempre più importanza appunto allo sviluppo delle tecnologie della luce, proprio per riuscire ad arrivare ad un interessante risparmio energetico che possa rivelarsi per tutti un miglioramento qualitativo della vita. Tale miglioramento sarà possibile solo grazie ad una riduzione dello spreco enorme di energia, che purtroppo viene ripetuto quotidianamente. C'è addirittura chi ha affermato: il 2015 sarà la nostra "luce" fuori dal tunnel.

Incontri e dibattiti sulla luce.

("International Year of Light 2015" (IYL): si tratta di una vera e propria iniziativa globale che abbraccia gli interessi di tutto il mondo).

E' prevista per il prossimo 19 gennaio 2015, nella capitale francese, a Parigi, presso la sede dell'Unesco, la manifestazione ufficiale per affrontare diversi approfondimenti su questo tema preso in esame versus l'avanzare dell'inquinamento luminoso. Nel nostro paese, invece, di questo argomento si discuterà lunedì 26 gennaio 2015, nella città di Torino, durante la cerimonia organizzata da "Inrim" (Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica).

A Parigi, toccherà ad Alessandro Farini, dell'Istituto di "Ottica del Consiglio nazionale delle ricerche" (Cnr) e dell'Università di Firenze, fungere da rappresentante dell'Italia. ''L'illuminazione - ha dichiarato Farini - può sicuramente modificare la percezione delle opere d'arte''.

Da parte sua, il premio Nobel per la fisica, John Mather, ha affermato: "La luce? E' fondamentale alla vita sul nostro pianeta. Attraverso la fotosintesi ci permette di vedere indietro nel tempo profondo fino alle origini del cosmo nel big bang; ci aiuta a comunicare con gli altri senzienti qui sulla terra, e forse può permetterci di dialogare con quelli che potremmo trovare nello spazio".

Il 2015, dunque, vuole essere il portabandiera della importanza della luce nel mondo. Al via una serrata e diffusa campagna di sensibilizzazione. Si aprono in questo modo importanti svolte, necessarie scelte.

2015 anno internazionale della luce

(Sono numerosi gli obiettivi che vengono proposti per il 2015, tra questi figurano: miglioramento tecnologico, istruzione giovanile, promozione della sostenibilità).

"Einstein ha studiato a fondo la luce nello sviluppo della teoria della relatività, prendendola come costante delle leggi della natura - ha sottolineato sempre il premio Nobel John Mather -. Ora sappiamo che anche gli elettroni ed i protoni si comportano in modo simile alle onde luminose, in modi che continuano a stupirci. L'ottica insieme alle tecnologie fotoniche, sviluppate per l'esplorazione spaziale, ci regala importanti ricadute in oggetti e strumenti che popolano la nostra quotidianità".

Ed ancora: Massimo Inguscio, presidente dell'Istituto Nazionale di Ricerca in Metrologia (Inrim), ha ricordato come la luce sia legata all'intero sviluppo della scienza. ''Basti pensare alla luce delle galassie, che permette di risalire indietro nel tempo nella storia dell'universo, o al fatto che comprendere la natura della luce sia sempre andato di pari passo con la scienza, dalla teoria della relatività alla fisica quantistica".

Tra le curiosità: sono previsti numerosi eventi in tutta Italia fino al mese di dicembre 2015 relativi a questo "anno internazionale della luce".

Ricordiamo intanto come nell'anno appena concluso, il Premio Nobel per la Fisica è andato agli inventori dei Led Blu: Isamu Akasaki, Hiroshi Amano, Shuji Nakamura. I passi in avanti continuano ad essere veloci e "prepotenti" e chissà cosa ci riserva davvero questo 2015, sicuramente carico di belle speranze!

AutoreDott.ssa Mariagrazia Poggiagliolmi

Articolo letto 168 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli