I pannelli solari termici sferici: cosa sono e perchè sceglierli

E' un semplice pannello solare, ma presenta una caratteristica forma sferica che gli permette di assorbire le radiazioni solari in ogni parte della sua superficie, in modo continuo e omogeneo: il pannello solare termico sferico è la soluzione innovativa e alternativa alla tipologia piatta per la produzione di acqua calda sanitaria che si inserisce nel panorama della ricerca di nuove strategie per aumentare il livello di conversione delle radiazioni solari.

Come funziona il pannello solare termico sferico?

Il pannello solare termico sferico è dotato di un serbatoio di accumulo garantendo una elevata autonomia di approvvigionamento e un sistema a circolazione forzata, permettendo di installare più pannelli collegandoli in parallelo o in serie, soddisfando il fabbisogno energetico di tutta la casa senza limitare il confort abitativo.

Se, invece avete bisogno di un sistema integrativo al vostro riscaldamento pre-esistente o avete l'idea di utilizzare questa tipologia di pannello per il solo riscaldamento dell'acqua della piscina, potete optare per la soluzione di pannello senza accumulatore.

  (Esempio di installazione in giardino di un pannello solare termico sferico da - eco-autonome.fr)

(Esempio di installazione in giardino di un pannello solare termico sferico per il riscaldamento dell'acqua della piscina da - eco-autonome.fr)

Qual è il maggiore vantaggio di un pannello termico sferico?

Il pannello solare termico sferico permette di assorbire, in ugual modo, le radiazioni di luce diretta e di luce diffusa. Un pannello tradizionale della tipologia piatta non riesce, infatti, ad assorbire l'irraggiamento solare diffuso, in giornate con cielo scoperto o con scarso irraggiamento.

Il vantaggio è dato dal fatto che, in una giornata di cielo sereno, l'irraggiamento diffuso è di circa il 10%, mentre in una giornata con cielo nuvoloso può arrivare fino al 50%. In questo caso, è facile comprendere come l'assorbimento della luce e la sua conversione sia incrementato da questa caratteristica intrinseca alla forma sferica del pannello.

Inoltre, il pannello solare termico sferico permette di aumentare l'assorbimento della luce grazie alla capacità di riflettere la radiazione dal suolo, l'albedo, che viene, in seguito, assorbita e convertita. Questo fatto è, però, variabile, in base agli oggetti o alla situazione dell'ambiente circostante al pannello.

Quali sono le differenze tra un pannello tradizionale e uno sferico?

Il pannello solare termico sferico, rispetto a quello tradizionale permette di:

  • captare l'irraggiamento solare pieno e quello diffuso durante tutta la giornata e non solo l'irraggiamento diretto;
  • permette un semplice orientamento verso sud, senza insistere su l'inclinazione e altri parametri difficili da stabilire;
  • la forma sferica e il peso del pannello solare non viene limitata dal movimento del vento;
  • la forma sferica permette al fluido termico di circolare per tutta la superficie del pannello garantendo l'assorbimento totale e diretto delle radiazioni solari;
  • si installa direttamente, come un elettrodomestico, in qualunque luogo si ha un'esposizione ai raggi solari, come un giardino, sul tetto, su un terrazzo;

(Esempio di installazione del pannello solare termico sferico su un terrazzo, senza necessità di studi per verificare il dimensionamento, orientamento o inclinazione, con il solo riguardo per un'esposizione verso Sud, atta a ottimizzare l'assorbimento delle radiazioni solari da - eco-autonome.fr)

Quanto costa un pannello solare termico?

Esistono in commercio dei modelli che partono da circa 1.000 euro.

Quali altri studi ci sono su i pannelli solari  termici sferici?

La Kyosemi Corporation, una società con sede a Kyoto, ha realizzato un innovativo sistema di produzione di microcelle fotovoltaiche di forma sferica, del diametro di 1,8 millimetri, il quale ha la caratteristica di elevare la superficie di captazione delle radiazioni solari, permettendo alle celle solari di convertire la luce proveniente  da qualsiasi direzione, sia diretta che diffusa.

La superficie captante è costituita da silicio fuso che viene fatto colare su di essa da un'altezza di 14 metri. In seguito alla caduta, il silicio si cristallizza e assume spontaneamente la forma sferica, grazie alla condizione di microgravità. Le dimensioni ridotte delle micro-celle, chiamate Spheral, permettono di accorparle in numerose forme atte a forme pannelli solari, non solo di differenti dimensioni, ma anche maggiormente adatte agli usi, alle zone di installazione e in sostituzione dei vetri delle finestre o vetrate.

                   (Le Spheral, le celle solari sferiche sviluppate dalla Kyosemi Corporation)

Autore Maria Francesca Massa

Articolo letto 4.895 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli