I pannelli solari non si vedono più: le celle fotovoltaiche sono diventate trasparenti

Per la serie anche l'occhio vuole la sua parte, il mercato del rinnovabile si prepara ad accogliere un'innovazione dalle potenzialità infinite: i pannelli solari trasparenti (che possono essere anche colorati) costituiti da molecole organiche che assorbono l'energia della luce infrarossa. Proprio perché non invasive alla vista, questi moduli sono sfruttabili su ampia scala, impiegati sia come finestre, ma anche come rivestimenti di attrezzatura specialistiche. In realtà, queste nuove tecnologie rispondono ad un crescente bisogno dei consumatori di voler vivere green, senza, tuttavia, dimenticare la raffinatezza e lo stile delle proprie abitazioni, come per dire che il green style è già uno status symbol nell'era contemporanea.

L'azienda che per prima ha annunciato la strabiliante notizia è stata la giapponese Sharp. L'entrata in produzione di pannelli fotovoltaici trasparenti, permetterebbe un ulteriore incremento dell'impiego delle energie rinnovabili con risultati visibilmente meno sgradevoli, al fine di integrare meglio l'energia solare con la struttura ospitante. I balconi, le finestre di edifici e grattacieli diventerebbero le nuove solar farm del futuro, questa volta, sviluppate in altezza.

COME SARANNO I PANNELLI FOTOVOLTAICI TRASPARENTI?

L'idea che oramai balza alla nostra mente, quanto si pensa ai pannelli solari, è quella di un'estensione rettangolare, generalmente di colore nero, che copre le superfici orizzontali, ponendo in ombra tutto quello che si trova al di sotto. Ma grazie alle invenzioni della Sharp, oggigiorno, questa immagine tradizionale, può mutare in una realtà che l'evoluzione della tecnologia ha trasformato in "vetri fotovoltaici", facendo delle celle un mero ricordo.

Composizione cella solare trasparente

(Composizione interna di una cella fotovoltaica trasparente)

Questi nuovi pannelli solari sono costituiti da un manufatto in vetro laminato nero e da celle fotovoltaiche, che viene disegnato appositamente per gli appartamenti. Essendo semitrasparenti e poco più sottili di un centimetro, il pannello è anche indicato per essere applicato sui balconi e le ringhiere dei condomini. I vetri fotovoltaici sono in grado di assorbire la luce solare grazie ad una speciale vernice trattata con gel di silicio amorfo che trasforma i pannelli in semiconduttori. Il gel può essere applicato sia su uno strato interno ai doppi vetri, sia sullo strato in superficie e, contemporaneamente, facilita l'assorbimento dei raggi e l'illuminamento naturale della superficie sottostante, e mantiene un grado di trasparenza del vetro del 30%. L'intero impianto, così, è in grado di generare fino a 100 watt /mq.
Questi nuovi pannelli, dunque, utilizzando il vetro come base, lasciano passare la luce all'interno degli edifici, così da risparmiare energia e diventare produttori in proprio ed autonomi di energia naturale.

RESA, COSTI E IMPIEGO DEI PANNELLI FOTOVOLTAICI TRASPARENTI

La resa dei pannelli fotovoltaici trasparenti è ancora inferiore rispetto a quella dei pannelli tradizionali. Il 10/20% dei secondi vince di gran lunga le prestazioni dei primi che si fermano a circa il 6/8%, ovvero raggiungono una potenza energetica di 95 Watt a pannello.
Di contro, tuttavia, le applicazioni che i moduli trasparenti potrebbero trovare sono infinite. Inoltre, questi nuovi pannelli non necessitano di uno spazio apposito, ma essendo integrabili in qualsiasi costruzione, svolgono, contemporaneamente la duplice funzione di produttori di energia ed elementi di design, o, addirittura, di strutture portanti e di schermo contro il calore, così che i raggi solari vengono immagazzinati ed usati come riserva di energia. Il parapetto dei balconi, le finestre dei grattacieli costituiscono altri degli impieghi possibili.

Vetrate di un grattacielo

(Le vetrate di un grattacielo sono uno dei possibili impieghi delle celle solari trasparenti)

L'unico problema è che ancora non se ne conosce il prezzo. Si spera a costi facilmente ammortizzabili in breve tempo, in modo da costituire la nuova frontiera del futuro del fotovoltaico.

LA CELLA FOTOVOLTAICA COLORATA E TRASPARENTE

In sperimentazione è anche una cella fotovoltaica colorata e trasparente che l'azienda australiana DyeSol vorrebbe immettere sul mercato nel 2014.

Cella solare trasparente e colorata

(Esempi di celle solari trasparenti e colorate)

Il pannello trasparente, in questo caso, è ricoperto da uno strato biossido di titanio e da un rivestimento di molecole diversamente colorate che aumentano l'assorbimento della luce in varie lunghezze d'onda. Per aumentare l'efficienza bisognerà sintonizzare ciascun colore su di una certa lunghezza d'onda, così da controllare il processo di assorbimento dei raggi solari, che permetterà di ridurre il surriscaldamento della casa e di limitare la necessità di raffreddamento.

ALTRE TIPOLOGIE DI CELLE

In altri ambiti e con altre modalità l'impiego di energia solare entrerà nella nostra vita quotidiana, con celle fotovoltaiche sempre più ridotte, ma nel contempo redditizie.

Trama tessile con celle solari sferiche

(Trama tessile con celle sferiche)

La giapponese Kyosemi Corporation, ad esempio, ha sviluppato micro celle solari di forma sferica le quali permettono l'assorbimento della luce da tutti gli angoli e, grazie alla particolare forma, risultano flessibili, adatti anche per l'abbigliamento, oltre che trasparenti ed ottimi produttori di energia.

AutoreDott.ssa Sara Tomasello

Articolo letto 17.242 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli