L'architettura si fa bella: arrivano i pannelli solari in silicio microamorfo

Nasce per distinguersi nell'architettura a impatto visivo nullo, eccellendo per design e per eleganza, non trascurando l'ottica ecosostenibile: il pannello in silicio microamorfo in film sottile trova largo impiego nella realizzazione di vetrate e finestre fotovoltaiche, oltre alla creazione di facciate continue e ventilate.

Com'è fatto un pannello solare in silicio microamorfo?

L'innovativo pannello è realizzato con la tecnologia del silicio microamorfo, basata su una doppia giunzione tra le prestazioni dell'amorfo e le potenzialità del microcristallino: uno strato di film sottile viene depositato su lastre vetrate di silicio micromorfo che, a parità di superficie di installazione dei pannelli, eleva l'efficienza elettrica fino all'8,5% in più.

La tecnologia del silicio microcristallino permette di modificare la colorazione dei pannelli, ottenendo da un colore vinaccio intenso a un grigio-antrancite più neutro grazie all'applicazione di uno strato di pvb e vetro colorato. Questa metodologia di colorazione del pannello solare garantisce un minore impatto visivo e una maggiore integrazione architettonica: sono vari gli utilizzi nelle grandi vetrate di strutture pubbliche o centri commerciali, in cui l'obiettivo è sfruttare le fonti rinnovabili mantenendo stile e eleganza.

(Rielaborazione fotografica con ipotesi di facciata ventilata con pannelli in silicio microamorfo in film sottile -da blog.syncronia.com)

Quali sono i vantaggi di scegliere un pannello microamorfo?

Un pannello fotovoltaico microamorfo in film sottile presenta:

  • elevate prestazioni di efficienza energetica dovute al fatto che le celle solari riescono a catturare ed assorbire non solo l'irraggiamento solare diretto, ma anche la luce diffusa;
  • la possibilità di graduare la semitrasparenza tra un livello di 0 e 25%  o nelle grande facciate vetrate sostituire, direttamente, la schermatura solare;
  • la possibilità dell'inserimento in vetrocamera.

       (Esempio di installazione sul tetto di pannelli fotovoltaici in silicio microamorfo in film sottile)

Questa tipologia di pannello microamorfo ha degli svantaggi?

Uno degli svantaggi maggiori del pannello solare in silicio microamorfo è un elevato coefficiente di dispersione termica e anche durante la fase di surriscaldamento, perde una percentuale ridotta di silicio cristallino, qualsiasi sia la sua inclinazione, sia posizionato in orizzontale sul tetto, sia nella posizione verticale più svantaggiata della facciata.
Inoltre, la riduzione dell'efficienza è molto più elevata nella tipologia colorata, in quanto lo strato che permette la variazione di colore diminuisce la percezione dell'irraggiamento solare.

Quanto costa un pannello solare in silicio microamorfo?

In linea generale, un pannello in silicio microamorfo costa il 15% in più rispetto alla tipologia tradizionale in film sottile, ma il costo viene immediatamente ammortizzato in quanto si raggiungono rendimenti superiori del 30%.

Allo stesso modo, la tipologia di facciata ventilata ha un prezzo che si aggira intorno ai 180-200 €/m2 in più rispetto alla soluzione di facciata con pannelli in alluminio.

Posso ottenere gli incentivi statali per un pannello microamorfo?

Se scegliete un pannello solare in silicio microamorfo potete godere dell'incentivo extra previsto per gli impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative, che vi permette di ottenere, inoltre, una maggiorazione dei proventi del 7%, facendo parte di quei sistemi solari che sostituiscono elementi architettonici di un edificio, come nel caso delle facciate o delle vetrate fotovoltaiche.

Autore Maria Francesca Massa

Articolo letto 4.631 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli