Hanergy: dalla Cina cinque nuove auto a energia solare

Li Hejun non è un nome nuovo per i patiti di rinnovabili, ma recentemente, ha rimbalzato con una certa frequenza sul web per almeno due ragioni. La prima riguarda l'annuncio (lanciato dal cinese Hurun report) che il magnate in questione (CEO della Hanergy Holdings Group Limited, azienda del fotovoltaico con sede a Pechino) è niente poco di meno che l'uomo più ricco dell'intera Cina; la seconda, invece, interessa il settore delle auto solariLi Hejun in persona, infatti, ha annunciato che la sua compagnia si prepara a sfornare ben cinque modelli di auto elettriche nel solo 2015.

Li Hejun, CEO della Hanergy Holdings Group Limited e uomo più ricco della Cina, ha annunciato l'arrivo di ben cinque nuove auto elettriche

(Li Hejun, CEO della Hanergy Holdings Group Limited e uomo più ricco della Cina, ha annunciato l'arrivo di ben cinque nuove auto elettriche)

Certo, per dar vita alle nuove auto solari, la Hanergy Holdings Group Limited sembra aver dovuto far ricorso all'esperienza di altre due grossi partner internazionali e di due aziende cinesi, ma, per ora, regna il mistero sui nomi degli altri protagonisti della cordata. La notizia, pubblicata con un post sul sito della Hanergy Holdings Group Limited si limita, infatti, ad annunciare l'arrivo delle solar cars e a spiegare che per la loro costruzione, si è attinto agli ultimissimi studi sul fotovoltaico a film sottile.

Cos'è esattamente il fotovoltaico a film sottile?

Come suggerisce lo stesso nome, si tratta di pannelli dallo spessore ridotto, con la capacità di ricevere e trasformare in energia elettrica le  radiazioni luminose anche in condizioni di luce diffusa. Il loro limite è stato per molti anni quello di prestazioni poco elevate, ma recentemente la loro efficienza ha raggiunto nuovi livelli, tra il 15 e il 20%.

Le nuove solar cars della Hanergy Holdings Group Limited sfrutteranno le nuove tecnologie del fotovoltaico a film sottile

(Le nuove solar cars della Hanergy Holdings Group Limited sfrutteranno le nuove tecnologie del fotovoltaico a film sottile)

Ma torniamo alle solar cars della Hanergy Holdings.

Quel poco che per ora, l'azienda ha lasciato trapelare, lascia intendere che pannelli fotovoltaici a film sottile siano stati utilizzati per ricoprire i sei metri quadrati che costituiranno la carrozzeria delle nuove auto solari. In questo modo, grazie all'energia prodotta dai pannelli, ogni auto sarà in grado di percorrere sino a 100 Km dopo essere stata ricaricata al sole per circa 4 ore.

Qualcosa in più, però, può essere detta e riguarda il ruolo giocato dall'azienda americana Tesla nella realizzazione di questa impresa. Da anni, infatti, Tesla Motors è impegnata in prima fila nello studio delle tecnologie solari e recentemente, ha deciso di svincolare dal brevetto alcune delle tecnologie studiate e brevettate negli anni, così da stimolare e imprimere nuova vita al mercato internazionale. Ed è qui che, a quanto pare, è intervenuta la Hanergy Holdings che ha deciso di utilizzare queste tecnologie per la realizzazione dei cinque nuovi prototipi di auto solare.

o sbarco della Hanergy Holdings nel mondo delle solar cars è legato anche a Tesla Motors che ha svincolo alcuni suoi brevetti

(Lo sbarco della Hanergy Holdings nel mondo delle solar cars è legato anche a Tesla Motors che ha svincolo alcuni suoi brevetti)

Non resta che aspettare, quindi.

Intanto, qualcosa si muove anche sul fronte della Leshi Internet Information & Technology, impegnata a ottenere la licenza per la realizzazione di auto elettriche con tecnologia internet e tutto ai prezzi più competitivi mai visti sul mercato.

AutoreDott.ssa Morena Deriu

Articolo letto 913 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli