Quanto posso guadagnare con il solare termodinamico? Requisiti, incentivi e ricavi con il V conto energia

Il V Conto energia stabilisce un particolare e interessante meccanismo di incentivazione per gli utenti che scelgono di installare un impianto solare termodinamico, permettendo loro di godere di tariffe incentivanti costanti per la produzione di energia pari a un periodo di 25 anni

Per gli utenti che scelgono di installare un impianto solare termodinamico con pannelli solari ibridi, (che sfruttano differenti fonti rinnovabili) il V conto energia chiarisce che è possibile incentivare solo l'energia elettrica prodotta da fonte solare, mantenendosi comunque competitivo, sia nelle tariffe che nella convenienza di optare per un impianto così innovativo nello sfruttamento delle fonti rinnovabili.

Quali sono i requisiti degli impianti solari termodinamici per accedere alle tariffe incentivanti del V conto energia?

Per accedere agli incentivi governativi del V conto energia, gli impianti solari termodinamici devono:

  • essere di nuova costruzione ed entrati in esercizio dopo il 18 luglio 2008;
  • avere un sistema di accumulo termico con capacità non inferiore a 1,5 kWh termici per ogni metro quadrato di superficie captante;
  • non fruire di fluidi termovettori o sostanze classificate tossiche o nocivi ai sensi delle direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE, fatto salvo gli impianti solari termodinamici installati in siti industriali;
  • essere installati in una superficie captante superiore a 2500 m2;
  • essere collegati alla rete elettrica o a piccole reti isolate con un unico punto di connessione.

Cosa prevede il V conto energia nelle tariffe incentivanti per il solare termodinamico?

Il V conto energia prevede delle tariffe incentivanti per il solare termodinamico atte a incoraggiare l'installazione di questa innovativa tecnologia, ma stabilisce anche dei limiti quali:

  • un limite massimo di potenza incentivabile, includendo gli impianti solari termodinamici ibridi, pari a  1.500.000 m2 di superficie captante;
  • le tariffe incentivanti sono differenti per frazione (ovvero la percentuale annuale) di integrazione della produzione di energia elettrica generata da fonte rinnovabili non solare, per un periodo di 25 anni, partendo dall'entrata in esercizio dell'impianto solare termodinamico;
  • gli incentivi sono riconosciuti solo per l'energia elettrica generata dalla fonte solare, misurata da un gruppo di misura collocato a valle dei gruppi generatori; 
  • le tariffe incentivanti costituiscono un unico cumulo con i proventi ricevuti dalla vendita dell'energia elettrica prodotta e immessa in rete.

A quanto ammontano le tariffe incentivanti per il solare termodinamico?

Le tariffe incentivanti sono erogate in acconto dal GSE, mentre il conguaglio viene erogato al termine dell'anno in base alla frazione solare. Gli impianti solari termodinamici che entrano in esercizio entro il 2012 godono delle seguenti le tariffe incentivanti:

Impianti solari termodinamici
Frazione Solare Tariffa €/kWh
 
Frazione Solare – Fs: Fs > 85% 0,28
Frazione Solare – Fs: 50% < Fs >= 85%

0,25

Frazione Solare – Fs: Fs <= 50% 0,22                       0,22

Nota bene: per gli impianti solari termodinamici che entreranno in esercizio tra il 1° gennaio 2013 e il 31 dicembre 2014, le tariffe incentivanti sono decurtate del 2% per ogni anno successivo al 2012. Inoltre, negli impianti solari termodinamico ibridi, le tariffe incentivanti sono cumulabili con gli incentivi governativi spettanti dalla generazione elettrica da altra fonte rinnovabile, calcolate sulla quota di integrazione stessa (vedi quanto detto sopra).

Autore Maria Francesca Massa

Articolo letto 6.842 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli