Google si espande in Finlandia

GOOGLE INVESTE SULL'EOLICO IN FINLANDIA

Google, il motore di ricerca più famoso al mondo ha deciso di investire nelle energie rinnovabili con varie iniziative come quella nella nazione finlandese. Google ha infatti affermato di avere firmato il suo primo accordo di acquisto di energia rinnovabile di potenza in Europa che avrà il suo data center in Finlandia nell'energia eolica, questo è solo un punto d'inizio per il motore di ricerca che punta molto in alto. Il gigante della ricerca sul web acquisterà tutta l'energia elettrica che sarà prodotta da un parco eolico che deve essere ancora costruito in Svezia. O2 ha ottenuto l'approvazione per la costruzione del progetto da 72 megawatt e la compagnia di assicurazione tedesca Allianz afferma che il completamento arriverà nei primi mesi del 2015. Allianz sarà proprietaria del parco eolico quando quest'ultimo sarà in funzione. Quindi adesso possiamo disabituarci all'idea di Google visto solo come "il" motore di ricerca online e ampliare il concetto Google anche al settore rinnovabile. 

I PROGETTI RINNOVABILI DEL MOTORE DI RICERCA

L'energia eolica sarà portata in una rete elettrica che attraversa i paesi scandinavi, e il data center in Finlandia userà la stessa quantità di energia che il parco eolico produce in Svezia. Google ha precedentemente firmato altri tre contratti di acquisto di energia rinnovabile, tutti riguardanti la produzione di energia eolica, per l'esecuzione di suoi data center negli Stati Uniti. L'azienda ha anche investito oltre 1 miliardo di dollari in progetti di energia rinnovabile, per lo più negli Stati Uniti. Inoltre Google ha annunciato un investimento di 12 milioni di dollari per un impianto di 96 megawatt ad energia solare in Sud Africa. Sul comunicato ufficiale Google leggiamo a proposito del nuovo progetto:


"Ecco come funziona: O2, lo sviluppatore parco eolico, ha ottenuto l'approvazione dei piani per costruire un nuovo parco eolico di 72 MW a Maevaara, in Övertorneå e Pajala comune nel nord della Svezia, utilizzando turbine eoliche altamente efficienti da 3MW. Ci siamo impegnati ad acquistare l'intera produzione di quel parco eolico da 10 anni in modo da poter alimentare il nostro data center finlandese con l'energia rinnovabile. Tale accordo ha aiutato O2 a ottenere un finanziamento al 100% per la costruzione del parco eolico dal braccio di investimento della compagnia assicurativa tedesca Allianz, che assumerà la proprietà quando il parco eolico sarà operativo nei primi mesi del 2015".


Non c'è da sorprendersi che un colosso come Google miri all'espansione della propria azienda puntando alle nuove ed efficienti tecnologie per produrre energia, e cioè l'utilizzo di fonti alternative.

Datacenter Google per la produzione di energia eolica in Finlandia

(Il Datacenter Google in Finlandia per la produzione di energia eolica - foto dal blog ufficiale Google)

UN FUTURO PROMETTENTE E IN COSTANTE CRESCITA

Google è stato un grande fautore delle energie rinnovabili, con l'intento di ridurre l' impronta di carbonio, promuovere lo sviluppo tecnologico e trarre profitto dai propri investimenti. In realtà, l'azienda sta cercando di ottimizzare l'utilizzo di energia e creare posti di lavoro e impostare ed approvare i programmi di generazione di energia rinnovabile. È Google stessa ad affermare nel comunicato ufficiale lo scopo dei nuovi progetti:


"il nostro obiettivo è quello di utilizzare più energia rinnovabile possibile e, così facendo, stimolare ulteriormente la produzione. Il parco eolico Maevaara non solo ci permette di rendere ancora più sostenibile l'efficienza energetica dei data center finlandese, ma soddisfa anche il nostro obiettivo di incrementare la capacità di generazione di energia rinnovabile alla rete. Naturalmente, l'utilizzo di energia rinnovabile è un bene per l'ambiente, ma ha anche un senso finanziario a lungo termine. È per questo che (…) investiamo anche in nuovi progetti di energia rinnovabile in grado di contribuire ad un ritorno per i nostri soldi".


Le idee Google sono chiare e l'azienda ha investito un'ingente somma di denaro in vari paesi come Stati Uniti, Germania e Sud Africa. Ma Google ha esplicitamente intenzione di "continuare a cercare opportunità simili in tutto il pianeta".
L'idea Google può essere un esempio per tutte le grandi aziende del mondo per investire maggiormente nel rinnovabile e aiutare il pianeta a respirare grazie alla produzione di energia pulita?

AutoreEleonora Iuele

Articolo letto 1.119 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli