Fai da te: deodoranti ecologici per la casa

Una casa profumata è un biglietto da visita positivo per chi ama ricevere ospiti ma anche piacevole per chi ci vive. In commercio si trovano proprio per questo motivo profumatori di ogni tipo e dalle fragranze più disparate. Al loro interno però sappiamo davvero cosa si trova? Quel delizioso aroma di arancio è naturale o frutto della sintesi chimica? Domande alle quali possiamo rispondere rivolgendosi al fai da te e ad uno stile di vita più attento per la natura.

arance essiccate

(Arance essiccate per profumare la casa)

 

INGREDIENTI

Bottiglia spray vuota

2 tazze acqua tiepida

2 cucchiai bicarbonato di sodio

PROCEDIMENTO

Unire tutti gli ingredienti all'interno della bottiglia e lasciare sciogliere il bicarbonato. Una volta che la soluzione sarà pronta è il momento di aggiungere l'olio essenziale preferito o in mancanza di esso del succo di limone. Questo permetterà oltre di avere una profumazione attenta alla natura anche di poterne modulare l'intensità secondo i propri gusti. Fatto questo, il deodorante sarà pronto per essere utilizzato in casa ogni volta che vogliamo con la certezza di stare utilizzando un prodotto ecologico.

Un'alternativa al bicarbonato è quella di mischiare gli olii essenziali e l'acqua con una base alcolica (che consentirà agli olii di sciogliersi velocemente). In questo caso variano le proporzioni. Dieci gocce di "profumo" andranno mischiate all'alcool (anche la vodka può andar bene) il tutto poi mescolato con mezzo litro d'acqua.

lavanda per profumare

(Lavanda per profumare la biancheria)


Non vogliamo rivolgerci a alcool, bicarbonato & co? La soluzione ancora più semplice arriva dagli umidificatori per ambiente, del modello che si appendono al termosifone. Basterà prendere qualche buccia d'agrume e dopo averla semitritata inserirla nel contenitore con un bicchiere d'acqua. A contatto con il calore il liquido evaporerà diffondendo nell'ambiente il profumo.

Non vogliamo neanche l'umidificatore? Facile! Basta mettere le bucce di agrume sul termosifone e il calore farà tutto.

Possiamo profumare la casa anche grazie al vapore. Basta mettere una pentola sul fuoco con all'interno dell'acqua e delle scorze di limone. Quando raggiungerà il bollore diffonderà negli ambienti un delicato profumo agrumato.

Altra soluzione è quella di tagliare a rondelle gli agrumi e disporli su una teglia. Infornare poi tutto per due ore a massimo 60 gradi. Una volta pronti e raffreddati potremo metterli in sacchettini ed utilizzarli negli armadi o riposti in una ciotola saranno perfetti profumatori per ambiente.

Ok non amiamo gli agrumi ma preferiamo la lavanda? Il procedimento in questo caso sarà differente.

Quello che ci serve saranno alcuni mazzetti di lavanda che legheremo alla base con del nastro per poi inserirli, meglio al rovescio, in vasetti o nei mobili della stanza.

Ed una volta che la lavanda si sarà seccata inserendola in sacchetti di garza o di cotone la potremo utilizzare per profumare la biancheria.

QUALCHE CONSIGLIO

Ogni profumazione – gusti a parte – ha una location maggiormente adatta. Ecco quindi che per la camera da letto sono più indicate le profumazioni rilassanti come camomilla, tiglio o lavanda. Nel caso di raffreddori o problemi respiratori eucalipto e pino sono le essenze adatte.

Per il soggiorno, la stanza per le attività ricreative, è bene scegliere la propria profumazione preferita e che aiuti nel relax. Mughetto, sandalo, magnolia, rosa o iris sono quelle da prediligere.

In cucina i protagonisti saranno quelli più simili agli agrumi, le spezie e gli "odori" che soprattutto d'inverno è possibile trovare sui ripiani. Mandarino, arancia, limone ma anche alloro, basilico, menta e noce moscata.

LIMONE

Autore Marta Aloisi

Articolo letto 4.235 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli