Europa, dal riciclo dei rifiuti un risparmio di 600 milioni

La battaglia globale contro le emissioni di gas serra ha un ritorno economico immediato. Un legame, quello tra tutela dell'ambiente e risparmio economico, più volte sottolineato all'interno di conferenze, dibattiti e documenti dedicati al tema dei cambiamenti climatici, e ribadito ora dal rapporto di WAS, il think thank su rifiuti e riciclo di Althesys. Con lo smaltimento e il riciclo del 50% dei rifiuti urbani prodotti - sottolinea il report presentato da Althesys, società che si occupa di consulenze ambientali - l'Europa potrebbe tagliare 103 milioni di tonnellate di emissioni di CO2. Una riduzione che, tradotta in termini economici, porterebbe a un risparmio di 643 milioni di euro, il prezzo corrente del mercato europeo dei certificati Ets.  

Mentre a Lima si chiude il summit mondiale sui cambiamenti climatici - che ha non ha convinto osservatori ed esperti, delusi dalle decisioni e degli impegni contenuti nel documento approvato dai paesi partecipanti -, il rapporto diffuso da Althesys prova a indicare una via concreta per la riduzione delle emissioni di gas serra. L'Italia, ad esempio, colpita recentemente dalle sanzioni inflitte dalla Corte europea di giustizia per il mancato rispetto della normativa UE in materia di gestione di rifiuti e discariche, potrebbe tagliare del 2,5% le emissioni di gas serra con il riciclo dei rifiuti. Come illustrato dai dati e dalle proiezioni del report di WAS, una gestione corretta dei rifiuti - che comprende recupero e riciclo in luogo del ricorso alla discarica - comporterebbe per il nostro paese un taglio di quasi 10 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica all'anno.

Alessandro Marangoni, Amministratore delegato di Althesys, ha spiegato: "In Italia nel 2013 il riciclo dei rifiuti urbani - comprendente carta e cartone, vetro, plastica, acciaio, alluminio, legno e RAEE - ha permesso di evitare 9.144.541 tonnellate di CO2. In termini economici, calcolando il costo delle emissioni di gas serra ai prezzi attuali del mercato europeo delle emissioni (ETS), si tratterebbe di un risparmio di 56 milioni di euro. Ma se la stima viene fatta utilizzando il valori della carbon tax britannica il risparmio è ben più alto, 183milioni di euro".

Con lo smaltimento e il riciclo del 50% dei rifiuti urbani l'Europa potrebbe risparmiare una cifra vicina ai 640 milioni di euro

(Con lo smaltimento e il riciclo del 50% dei rifiuti urbani l'Europa potrebbe risparmiare una cifra vicina ai 640 milioni di euro)

Secondo lo studio "L'Italia del riciclo 2014", promosso e realizzato dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile" e da Fise Unire, associazione di Confindustria che rappresenta le aziende italiane impegnate nel recupero dei rifiuti, il settore italiano della gestione dei rifiuti è cresciuto negli ultimi cinque anni sia per numero di addetti (con un aumento del 13%) che per numero di aziende (una crescita che si attesta intorno al 10%). Quasi il 95% delle aziende in questione si occupa inoltre di attività di recupero dei rifiuti, per un volume di affari che sfiora i 34 miliardi e un valore aggiunto di circa 8 miliardi di euro, pari a mezzo punto percentuale del Pil nazionale.

AutoreDott. Andrea D'Ammando

Articolo letto 229 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli