Domus Solis: la nuova filiera italiana del fotovoltaico

In Italia nasce la nuova filiera italiana del fotovoltaico con l'obiettivo di incentivare la diffusione e distribuzione dell'energia prodotta dallo sfruttamento della risorsa solare: la Domus Solis avvia un processo di creazione di nuovi posti di lavoro, smuovendo il mercato del fotovoltaico per perseguire il sogno della realizzazione e progettazione di sempre nuovi strumenti e mezzi che possano favorire la fruizione delle fonti rinnovabili.

Il progetto della filiera italiana del fotovoltaico è stata avviata dall'azienda Azione energia solare (Aes) in collaborazione con Confabitare e l'associazione Ifi (Industrie fotovoltaiche italiane), le quali associazioni hanno firmato un protocollo di intesa con cui la Aes avrà la possibilità di promuovere l'installazione di impianti fotovoltaici e soluzioni per il  risparmio energetico ai soci della Confabitare. I soggetti coivolti sono numerosi, partendo dai fornitori della materia prima per la costruzione dei sistemi solari ai componenti degli impianti, rigorosamente fabbricati da produttori italiani; lo stesso meccanismo vale per la produzione dei moduli e degli inverters.

La Aes ha siglato una importante collaborazione con il Comitato Ifi, il quale riunisce tutti i produttori italiani di moduli fotovoltaici: grazie alla diffusione capillare di Confabitare, la quale vanta 55 sedi territoriali e 40.000 soci, è possibile portare avanti un progetto di fotovoltaico italiano che promuoverà la diffusione su tutto il territorio italiano, aumentando di gran lunga anche il settore economico dello stesso fotovoltaico.

Per avere maggiori informazioni, si consiglia di leggere anche la sezione dedicata alla collaborazione e partecipazione della Azione Energia Solare al Solarexpo 2013, in cui sono messi in evidenza i motivi dello scegliere il fotovoltaico italiano e i punti chiave del progetto di collaborazione.

Gli impianti fotovoltaici compresi nel progetto: dai 3 ai 6 KW

Nel progetto della Aes sono comprese tutte le tipologie di impianti fotovoltaici residenziali di taglia nominale dai 3 ai 6 kWp, anche se è possibile fornire e installare impianti fotovoltaici della tipologia di microimpianto dotato di uno o due pannelli, per gli utenti che non dispongono di una copertura sul tetto da adibire all'installazione di un impianto fotovoltaico di grandi dimensioni, ma possiedono un piccolo spazio utile, come per per esempio un balcone o un terrazzo.

Per realizzare un progetto altamente qualificato, sono previsti dei corsi di aggiornamento da tenersi presso gli stabilimenti produttivi di fotovoltaico delle industrie aderenti all'associazione Ifi, avviando un processo di elevate potenzialità a livello economico sul mercato dell'acquisto di moduli e celle fotovoltaiche dalla filiera italiana - sempre maggiormente lungimiranti verso la tematica oggigiorno complessa del fotovoltaico asiatico - promuovendo le installazioni e la formazione di figure professionali che sappiano informare in maniera accurata e dettagliata l'utente, rendendo accessibile a tutti la conoscenza dell'importanza di acquistare il fotovoltaico italiano.

Infatti, è necessario evidenziare come, nonostante il mercato italiano di acquisto del fotovoltaico sia sensibilmente ridotto - anche a causa delle importanzioni a basso costo cinesi - la realizzazione e installazione di un impianto fotovoltaico residenziale di piccola taglia (sono sufficienti 3 kW per una famiglia standard di 4 componenti) ha ormai raggiunto un prezzo accessibile a tutti, considerando, inoltre, che è possibile recuperare la metà del prezzo di acquisto con la detrazione 50%, o scegliere di autoconsumare l'energia prodotta e vendere il surplus non autoconsumato in loco, fruendo delle agevolazioni del V Conto Energia (soluzioni non cumulabili).

La convenienza di un impianto fotovoltaico italiano: termine 30 giugno 2013

Tuttavia le agevolazioni fiscali di recupero della metà della somma investita per l'acquisto di un impianto fotovoltaico sono fruibili solo fino al 30 giugno e in seguito a questo periodo torneranno al 36%: questo è il motivo per cui è necessario creare una nuova filiera italiana del fotovoltaico per scongiurare una seconda ricaduta del mercato italiano del solare. Un'altra soluzione potrebbe essere quella di aumentare gli Istituti di credito che si prodigheranno per l'offerta di nuove soluzioni di finanziamento per l'acquisto di un impianto per lo sfruttamento delle risorse rinnovabili, ma per il momento non vi sono altre soluzioni.

Per chi volesse avere maggiori informazioni sul come acquistare un impianto fotovoltaico con i migliori finanziamenti e agevolazioni, consulti anche l'articolo sui finanziamenti per acquistare ed installare un sistema solare o un impianto fotovoltaico, in cui sono presenti i migliori Istituti di credito e le migliori proposte.

Il SolarExpo: la fiera dedicata al fotovoltaico

Dall' 8 al 10 maggio 2013, si è svolta a Milano la 14ma edizione di SolarExpo, la fiera internazionale dedicata allo sfruttamento dell'energia solare e alle sue applicazioni, alla quale hanno partecipato numerosi produttori nell'ambito del fotovoltaico, del solare termico e dell'architettura solare, con l'intento di promuovere sempre più il fotovoltaico economico e accessibile a tutti.

Questo perché oramai si vive nella consapevolezza di quanto sia importante lo sfruttamento delle risorse rinnovabili, del sole quale fonte inesauribile, fonte di energia pulita e gratuita, e quanto sia rilevante, con questo obiettivo, il raggiungimento della sospirata Grid-parity: reduci del primo volo su un aereo alimentato con pannelli solari, si può davvero dire che il fotovoltaico stia raggiungendo ogni parte del mondo con mezzi davvero alternativi. Il raggiungimento della Grid-parity, significherebbe sul mercato del fotovoltaico italiano una profonda riduzione del costo di installazione e prezzo iniziale di un impianto fotovoltaico, risultando competitivo e senza più nulla temere dal mercato cinese di fonti rinnovabili.

Il successo della Domus Solis significa, dunque, ottenere un giusto equilibrio tra prezzo iniziale di un impianto fotovoltaico e la sua successiva produzione di energia, permettendo all'utente di sostenersi energeticamente con l'autogenerazione della corrente elettrica, risparmiando sulla bolletta e facendo crescere sensibilmente il mercato del fotovoltaico italiano e  tutta l'economia che gira intono ad esso. Per avere maggiori informazioni, si consiglia di leggere l'articolo sui prezzi 2013 di un impianto fotovoltaico.

Il video informativo: la possibile filiera italiana del fotovoltaico

Nel video-intervista seguente, Alessandro Sotgiu, Amministratore Delegato di Solar Green Energy, esprime la propria riflessione e opinione sulla situazione italiana del mercato del fotovltaico, mettendo in evidenza le difficoltà economiche dell'Italia nella produzione di celle e moduli solari a basso prezzo, in un sistema finanziario e creditivo che non riesce a sopportare dei determinati cicli di produzione:

Autore Maria Francesca Massa

Articolo letto 2.771 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli