Come riscaldare un'intera casa con appena 54 euro all'anno con la stufa a candele

In questi giorni sul web sta girando la notizia di un esperimento che riguarda un modo molto economico di riscaldare gli ambienti domestici. Il signor Dylan Winter, un giornalista che gestisce anche un canale youtube dove è conosciuto come KeepTurningLeft, ha adottato un sistema che richiede esclusivamente l'uso di piccoli lumini simili a candele, due vasi di terracotta (uno grande e uno un po' più piccolo) e uno stampo rettangolare.

IL MECCANISMO SCIENTIFICO DELLA STUFA FAI-DA-TE

Semplici strumenti che sono in grado di riscaldare una stanza per otto ore circa al bassissimo costo di 15 centesimi ogni quattro ore. Il principio base che permette questo fenomeno è quello del trasferimento di calore il quale prevede l'esistenza di un nucleo centrale e di canali di trasmissione dell'energia. Inannzitutto vanno posizionate quattro candele accese dentro lo stampo, dopodichè il vaso dal diametro minore va adagiato sulle estremità del contenitore e, una volta tappato il foro, si mette il vaso più grande sopra quello piccolo. Ecco che lo spazio circoscritto dal primo vaso di terracotta diventa un centro interno di calore; quest'ultimo viene sprigionato, incanalato ed emanato all'esterno tramite il buco del secondo vaso, lasciato scoperto. Ecco il video che mostra come fare.

 

PICCOLI COSTI PER UN GRANDE VANTAGGIO, MA ATTENZIONE AGLI INCIDENTI DOMESTICI!

In pochissimo tempo l'intera stanza sarà riscaldata e il tutto è possibile grazie a una spesa molto ridotta! Considerate che con cento lumini Ikea costano soltanto 3.50 euro, mentre per i vasi e il vassoio metallico (uno di quelli usati per preparare il plumcake) basta qualche euro, avrete la stanza riscaldata per otto ore Quindi facendo un rapido calcolo si moltiplica il riscaldamento di una stanza per 180 (30 giorni per 6 mesi) arrivando a 18 euro i quali moltiplicati a loro volta per due stanze o tre diventano rispetttivamente 36 euro e 54 euro. Un'alternativa da prendere in considerazione visti i costi eccessivi delle bollette. Lo stesso signor Winter si è ritenuto sbalordito dalla quantità di calore prodotto e diffuso nella camera e afferma che quest'idea gli è stata molto utile per riscaldare l'ambiente della sua barca.

Tuttavia la ‘stufa a candele' è ritenuta abbastanza pericolosa per la sicurezza dall'investigatore della squadra dei Vigili del Fuoco Charlie Pugsley il quale lancia l'allarme verso qualsiasi forma alternativa di riscaldamento e illuminazione domestica. Non sono poche le vicende che terminano purtroppo in maniera fatale quindi la possibilità di incendi non va sottovalutata. Inoltre egli afferma: "Siamo consapevoli che alcune persone possono essere in difficoltà per pagare le bollette della luce o del carburante per le caldaie, ma invitiamo tutti a riflettere attentamente sulla loro sicurezza e su quella di chi li circonda prima di usare le candele per riscaldare le case". Basta prendere le accortezze necessarie come tenere lontana la fiamma da materiale infiammabile o dagli spifferi, una anche una ventata di bassa intensità potrebbe diffondere il fuoco in maniera inaspettata.

AutoreManuela Monteleone

Articolo letto 42.777 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli