Pannelli solari: come orientarli e dimensionarli correttamente

L'installazione di un impianto fotovoltaico o solare termico sul tetto della propria abitazione rappresenta certamente una scelta intelligente ai fini del risparmio energetico e del rispetto nei confronti dell'ambiente circostante, che deve essere pianificata accuratamente anche per quanto riguarda l'aspetto tecnico: molto importante e ai fini dell'efficienza ottimale dell'impianto, è infatti il discorso inerente i pannelli solari, soprattutto in termini di corretto dimensionamento e orientamento.

Come procedere dunque? Scopriamolo insieme.

Come dimensionare un impianto domestico per la produzione di acqua calda e per il riscaldamento

Nel caso di impiantistica solare termica da adibire alla produzione di acqua calda, per calcolare le dimensioni degli annessi pannelli solari che dovranno essere installati ai fini del funzionamento dell'impianto, si potrebbe pensare di dover tener conto di un discorso relativo ai metri quadri dell'abitazione.

In realtà, non si dovrà considerare la metratura della casa poichè il valore da tenere presente sarà il numero dei membri della famiglia, valore equivalente al consumo di acqua calda ovvero nella media  pari a 30-60 litri giornalieri per persona

L'acqua calda sanitaria prodotta da un collettore solare risulta in media pari a 80-130 litri al giorno per ogni metro quadro di pannello solare installato.

Per un primo dimensionamento si potrà dunque prendere in considerazione una superficie del collettore di 1 metro quadro per persona.

Ad esempio, per soddisfare il fabbisogno di acqua calda di una famiglia di 4 persone, sarà necessaria l'installazione di un impianto di almeno 4 metri quadri.

Nel caso si decidesse di integrare all'impianto anche la funzione di riscaldamento dell'ambiente, i valori ora stimati dovranno essere aumentati sulla base

  • del volume degli ambienti da riscaldare
  • delle caratteristiche di isolamento termico dei suddetti ambienti

Impianto solare termico

(Pannelli solari termici installati su un tetto)

Dimensionamento e orientamento dei pannelli solari

Ai fini di un corretto dimensionamento del nostro impianto a sfruttamento energetico pulito, molto importante è tenere conto dell'irraggiamento solare, condizione variabile in base alla posizione geografica e nel corso dell'anno.

Il dimensionamento di un impianto operante tutto l'anno, dovrà essere valutato in modo che la superficie captante non sia maggiore della superficie minima in grado di garantire l'intera copertura del fabbisogno relativamente al mese di Maggio.

Il dimensionamento di un impianto a uso stagionale ovvero attivo da aprile ad ottobre, dovrà essere valutato in modo che la superficie captante non sia maggiore della superficie minima in grado di garantire l'intera copertura del fabbisogno relativamente al mese a più alta insolazione.

Per quanto riguarda l'orientamento ovvero la posizione dei pannelli solari nei confronti del sole ai fini della migliore resa dell'impianto, quello ottimale dovrà essere verso Sud con tolleranza max +/-10°Orientamenti da Est a Ovest procurano infatti rese minori.

Nel caso di un impianto installato su un tetto a falda, si dovrà scegliere quella più rivolta a Sud, nel caso invece di tetti piani, per ottenere la migliore efficienza si dovrà preferire un'inclinazione corrispondente a quella della latitudine del luogo con tolleranza +/-5° diminuita o aumentata di 10°-15° a seconda dell'utilizzo dei pannelli, se costante durante l'anno o prevalentemente nella stagione invernale.      

AutoreDott.ssa Elisabetta Berra

Articolo letto 3.156 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli