Come dimagrire naturalmente aumentando il metabolismo con l'assunzione del "GIUSTO" cibo

Dimagrire è un obiettivo che accomuna molte persone, soprattutto le donne, e spesso appare un traguardo difficile da raggiungere e ci si chiede il motivo di questa difficoltà.

Da studi effettuati da un celebre nutrizionista Mark Hyman, medico canadese, risulta che bisogna soprattutto attivare il metabolismo per dimagrire. Come? Proprio con l'alimentazione attuando una vera e propria strategia.

Diversi alimenti, infatti, aiutano l'organismo a consumare più energia e a bruciare più grassi, il dottor Hyman, ha chiamato questa dieta, bruciagrassi, considerando il presupposto che gli alimenti agiscono sui geni, effettuando così un'influenza sulla salute delle persone e sulla tendenza che si ha ad ingrassare.

E' importante per attuare questa strategia, individuare i cibi che inducono i geni ad accumulare peso, attivando così il metabolismo, ed introducendo i cibi che fanno più bruciare al corpo.

Dunque, risvegliare il metabolismo è possibile, ciò che poteva sembrare una meta difficile da raggiungere, in realtà, grazie all'assunzione di più pasti al giorno, tenendo così anche di più a bada la fame.

La prima regola da seguire è quella di prevedere ogni giorno la consumazione di 5 pasti, e comprende:

-       un'abbondante colazione,

-       uno spuntino,

-       un pranzo,

-       una merenda

-       una cena leggera due ore prima di andare a letto.

Se fate un piccolo spuntino tra un pasto principale e l'altro, ridurrete la fame, quindi mangiando ogni tre ore sarete agevolati nel mantenervi in forma, perché vi siederete a tavola meno affamati ed eviterete di mangiare grandi quantità di cibo.



I 7 fattori responsabili dell'aumento di peso

Il dottor  Mark Hyman, ha scoperto i 7 fattori responsabili dell'aumento di peso, tenendoli sotto controllo si attiva il metabolismo, e quindi si dimagrisce.
Ecco quali sono:

  • il senso di fame;
  • lo stress;
  • le infiammazioni croniche;
  • l'ossidazione dei radicali liberi;
  • l'accumulo di tossine;
  • l'alimentazione scorretta, la mancanza di movimento;
  • l'alterazione del funzionamento della tiroide.

E gli alimenti che sono in grado di attivare il metabolismo? Quali sono? Eccoli:

  • Il pesce;
  • le uova;
  • le carni magre come pollo, tacchino e coniglio;
  • i legumi;
  • la frutta fresca di stagione;
  • la verdura;
  • la soia;
  • olio extravergine di oliva;
  • Il tè verde e tisane depurative;
  • le spezie.

E' importante tenere a mente che per attivare il metabolismo è utile eliminare gli alimenti che agevolano l'accumulo di grasso come alcolici e caffeina; dolci e zucchero; farina bianca; grassi idrogenati.

Per un'azione disintossicante preferite i cibi integrali, naturali ed evitate cereali raffinati, patate, latticini e uova, carne rossa, salumi, zuccheri.
In seguito, nella fase del riequilibrio del metabolismo, l'organismo si è adattato ad uno stile di vita nuovo, caratterizzato da un'alimentazione più sana e tutto ciò che stimola il risveglio del metabolismo, partendo appunto dal nuovo approccio al cibo, mangiando in modo salutare.

Infine vi suggeriamo come attuare questi semplici consigli brucia grassi, innanzitutto preferite una cottura semplice del cibo, scegliete sempre cibi freschi e di stagione, limitate l'uso di cibi in scatola. Praticate per almeno 30 minuti al giorno, un'attività fisica, molto importante per perdere peso.

Quindi con qualche piccola rinuncia, facendo un po' di attenzione in più su ciò che si mangia e con un po' di attività fisica, è possibile dimagrire restando in salute, facendo di questa semplice strategia un naturale stile di vita, che giova non solo la salute fisica ma anche quella mentale, perché quando si ha un corpo che piace innanzitutto a se stessi, si hanno benefici anche psicologici.

AutoreDott.ssa Marianna Alfinito

Articolo letto 2.742 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli