Combined Power Plant 2: un progetto che unisce le energie alternative

UN PROGETTO MOLTO AMBIZIOSO MA POSSIBILE

Un mix di energie alternative guidate da computer e in grado di produrre energia elettrica, è realtà o fantasia? Il nuovo progetto che sarà presentato dall'8 al 12 aprile ad Hannoven pende il nome di Combined Power Plant 2 (Kombikraftwerk2) ideato dall'Istituto Fraunhofer.

È il il dott. Kurt Rohrig, vice direttore dell'Istituto Fraunhofer per l'energia eolica e la tecnica dei sistemi di energia (IWES) ad aver affermato circa il progetto in questione:  "Ogni fonte di energia - che sia eolica, solare o da biogas - ha i suoi punti di forza e le sue debolezze. Se riusciamo a combinare abilmente le diverse caratteristiche delle energie rigenerative, possiamo assicurare la fornitura di energia elettrica".

Questo è in sintesi lo scopo di un progetto così importante nel campo delle energie rinnovabili che punta all'unione delle forze per arrivare ad un punto comune importante, cioè la produzione di energia elettrica. Anche Kaspar Knorr, project manager del progetto di ricerca Combined Power Plant 2 presso IWES, si è espresso a riguardo: "Grazie al fatto che sono decentralizzate e a sviluppi innovativi, le energie rinnovabili possono già contribuire alla stabilità del sistema di fornitura di energia elettrica odierna. Con il Combined Power Plant 2, possiamo dimostrare che le rinnovabili svolgono bene questo compito e che possono assicurare la fornitura stabile di elettricità in futuro".

UN PROTOTIPO GIA' IN AZIONE

Il progetto di Combined Power Plant 2, che segue l'idea Power Plant 1 del 2007, è già in fase di collaudo dal 2011 ed è riuscito a connettere via internet 25 impianti e già alcuni risultati hanno confermato la riduzione degli svantaggi dell'utilizzo delle energie alternative. Infatti è proprio l'utilizzo di varie energie alternative che può portare una produzione di energia elettrica in maniera stabile e costante. Tra gli obiettivi principali del progetti ci sono "la stabilizzazione della frequenza e del voltaggio, la capacità di messa in moto indipendente e la riserva di inerzia".

QUALE SARA' IL FUTURO DELL'UTILIZZO DI ENERGIE ALTERNATIVE?

In realtà un progetto come Combined Power Plant 2 (Kombikraftwerk2) può realmente cambiare il modo di produrre energia elettrica combinando e utilizzando varie fonti di energie alternative (solare, eolica, biogas ecc.). Un utilizzo simile di fonti rinnovabili può essere utile anche per la produzione di energia termica generata da un surplus di energia prodotta. Insomma tanti gli aspetti positivi che possono derivare da un progetto come questo che gode anche del patrocinio del Ministero federale tedesco per l'ambiente.

AutoreEleonora Iuele

Articolo letto 2.512 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli