Bulb Solar Bottle: le bottiglie di plastica diventano lampade solari

Illuminare una baraccopoli senza elettricità. Impossibile? No, grazie al progetto Liter of light, che utilizza bottiglie di plastica riciclate per realizzare delle efficienti lampade solari. Una soluzione a zero costi, sostenibile e semplice da ottenere nei Paesi in via di sviluppo e in generale in tutte le zone povere del mondo, dove possedere la corrente elettrica è un lusso concesso a pochi e spesso pericoloso, in quanto derivante dalle lampade a kerosene, causa d'incendi.

L'idea è venuta ad Alfred Moser, un meccanico brasiliano, ed è stata sviluppata, in un secondo tempo, insieme a un gruppo di studenti del MIT (Massachusset Institute of Technology). Moser, durante un black-out nel 2002, s'ingegnò per ripristinare la luce nella sua casa sebbene non vi fosse corrente. In pratica, prese una bottiglia di plastica, la riempì d'acqua e vi aggiunse qualche goccia di candeggina. Il risultato fu sorprendente, in quanto grazie alla rifrazione solare, generata dal liquido, la parte bassa della bottiglia s'illuminò come una normale lampadina.

Bulb Solar Bottle(La Bulb Solar Bottle applicata al soffitto di una baracca. Fonte yesalumnibd)

Al posto della candeggina, si può anche usare il cloro, l'effetto non cambierà. La luce ottenuta è di circa 55 Watt. Le stime delle sperimentazioni fatte fino ad ora dicono che la durata di questa tecnologia è di cinque anni e che non necessita di nessun tipo di manutenzione e neanche di cambiare l'acqua. Infatti, la presenza del cloro o della candeggina serve a mantenere limpida e pulita la sostanza.

Ma in che modo funziona la rifrazione del sole? Essa è una deviazione della luce solare e tale deviazione è dovuta a un mutamento della sua velocità, influenzata dalla densità del composto che attraversa. Nell'invenzione di Moser il passaggio avviene, come abbiamo visto, nell'acqua.

Fase di montaggio della lampada solare(Fase di montaggio della lampada solare. Fonte yesalumnibd)

Le lampade Moser, conosciute anche come Bulb Solar Bottle, comportano un notevole risparmio in termini energetici, economici e non generano anidride carbonica e altre sostanze nocive per l'atmosfera, contribuendo così a combattere l'inquinamento. Ciò deriva da due fattori:

  • per creare le luci si impiegano bottiglie usate, dunque, non vi è alcun processo di produzione delle stesse;
  • sono costruite direttamente in loco e, di conseguenza, non richiedono di essere trasportate e trasferite da un posto a un altro.

Il procedimento di montaggio e installazione è semplice e richiede appena un'ora di lavoro. In pratica, viene creato un buco sul tetto (di solito di lamiera) della casa e inserita la bottiglia, della quale una parte è mantenuta all'esterno (circa 1/3) e una parte (circa 2/3) pende dal soffitto, come se fosse un classico lampadario.

La lampada solare illumina una stanza(La lampada solare può illuminare un'intera stanza. Fonte yurto)

Il progetto, iniziato un paio di anni fa, ha avuto un grandissimo successo, migliorando la qualità della vita di moltissime famiglie disagiate delle Filippine. Oggi, l'iniziativa è cresciuta esponenzialmente arrivando in altri paesi del mondo, quali l'Indonesia, l'India, e addirittura in alcune zone impervie della Svizzera. In totale sono state illuminate 28.000 case e 70.000 persone hanno potuto usufruire della luce.

Il cambiamento portato a queste popolazioni è enorme. Finalmente, le loro abitazioni buie, anche per l'assenza di finestre, in certi casi, si sono trasformate in ambienti caldi, familiari, dove cucinare e svolgere attività in un comfort maggiore. Per chi è abituato ad  utilizzare quotidianamente la corrente elettrica, è difficile comprendere cosa significhi vivere senza di essa e affrontare, tutti i giorni, i disagi dovuti a una simile mancanza.

Le lampade solari hanno migliorato la qualità della vita delle persone(Le lampade solari hanno migliorato la qualità della vita di molte persone. Fonte rickthompson)

L'imprenditore Illac Diaz, uno degli investitori di Liter of light, specializzato nella diffusione di tecnologie solari alternative, ha pensato di migliorare ulteriormente l'iniziativa, per rendere la diffusione delle Bulb Solar Bottle più efficiente e assicurarne la sostituzione immediata in caso di rottura o esaurimento. Infatti, una delle problematiche da risolvere nei Paesi in via di sviluppo risiede nell'assenza di personale in grado di creare le lampade solari.

Di conseguenza, al verificarsi di disastri naturali, molto frequenti nei luoghi in cui è impiegata questa tecnologia, la popolazione locale si ritrova nella condizione di non avere le conoscenze sufficienti per ripristinare l'illuminazione. Deve, quindi, aspettare l'arrivo degli aiuti esterni. Diaz vuole evitare un simile processo e per raggiungere lo scopo il team di Liter of light si occuperà di insegnare ad alcuni gruppi di abitanti, soprattutto cooperative di donne, come si costruiscono le lampade solari.

Un bambino impegnato a leggere sotto la luce della lampada solare(Un bambino impegnato a leggere sotto la luce della lampada solare. Fonte nextbillion)

Inoltre, è stato anche previsto l'inserimento nelle bottiglie di un chip hight-tech, studiato per assicurare una durata maggiore dell'illuminazione ecologica arrivata, intanto, anche nelle strade sottoforma di lampioni.

Diaz si augura di toccare il traguardo di un milione di Bulb Solar Bottle distribuite nei Paesi in via di sviluppo per la fine del prossimo anno e di divulgare ovunque questa straordinaria invenzione.

Fonti
Greenme
Architettura ecosostenibile
Blitz quotidiano
Aliteroflight

AutoreDott.ssa Elisabetta Rossi

Articolo letto 1.444 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli