Bioclimatic solar zero energy village, il borgo del futuro

Bioclimatic solar zero energy village è il borgo in fase di certificazione classe Gold Casa Clima che sta nascendo a Basiliano, Udine. Basato sul massimo comfort energetico e termico a costo quasi nullo, si tratta di un progetto all'avanguardia che prevede un consumo di energia che si attesta, a seconda della tipologia di abitazione, tra 1 e 4 kwh/mq*anno.

Ogni casa misurerà cento metri quadrati e sarà dotata di ventilazione meccanica controllata, di una pompa di calore con accumulo di acqua calda sanitaria da 300 litri integrata da 2 pannelli solari termici, e di un impianto fotovoltaico da 6 kwp. "Si tratta di case senza impianto di riscaldamento, perché si scalda con il sole!", spiegano sulla loro pagina facebook gli ideatori.

Presentato di recente alla fiera della Casa Moderna di Udine, il Borgo solare è stato accolto con benevolenza e interesse. A progettarlo è stato l'architetto da tempo dedito alle energie alternative Gianluca Rosso, che ha anche firmato il progetto "Zero Energy – l'architettura sostenibile", attraverso il quale propone un nuovo futuro per l'edilizia, modello di efficienza e comfort in grado di garantire una migliore qualità della vita nel piano rispetto del contesto ambientale.

progetto del borgo solare di Udine

Quello di Basiliano è un villaggio che rispetterà i canoni della tradizione friulana. Si tratta di undici case disposte attorno a un'unica piazza centrale, che rispecchia in toto l'orientamento richiesto dalla progettazione bioclimatica. Niente è lasciato al caso: dalla disposizione di porte e finestre, alla forma degli edifici, tutto è studiato per sfruttare appieno l'energia solare anche in inverno e per schermarla nei mesi estivi, incamerandola. Ogni abitazione ha un sistema autoregolabile, con ambienti flessibili e materiali rigorosamente ecosostenibili. 

Ogni costruzione è caratterizzata da un apposito cappotto termico che assicura il massimo comfort e le migliori prestazioni termiche e antisismiche. Inoltre l'impianto fotovoltaico è capace di generare il doppio dell'energia necessaria all'abitazione, in modo che il surplus possa servire magari a caricare un'auto elettrica. E se i costi di costruzione restano praticamente uguali a quelli da sostenere per una casa tradizionale, il vantaggio indiscutibile sta tutto nelle bollette, che saranno azzerate. 

Nel progetto non mancano certo gli spazi verdi pensati per la socialità e per far vivere il borgo. Dalle panchine intorno ai giardinetti a spazi verdi dove far giocare i bambini, tutto nel Bioclimatic solar zero energy village punta al comfort e al benessere.

 progetto del borgo solare di Udine

"Questo è un progetto che nasce dall'unione di molti soggetti diversi – spiegano i responsabili della Banca di Credito Cooperativo di Basiliano -, tutti uniti dal rigore professionale, dai solidi valori aziendali e dalla volontà di contribuire in prima persona a una nuova iniziativa che metta la qualità del vivere e il futuro dell'ambiente tra le proprie priorità. Zero Energy Basiliano è il programma di architettura sostenibile ideato dall'architetto Ganluca Rosso al quale anche la nostra Basca aderisce come partner, e che è stato appena presentato nell'ambito della fiera Casa Moderna. Tra i temi proposti durante l'incontro, l'architettura bioclimatica, le case certificate e l'energia solare, partendo dall'esperienza del borgo solare climatico di Basiliano". Quindi aggiungono: "Dal 2018, tutti i nuovi edifici pubblici dovranno essere a energia quasi zero, mentre nel 2020 saranno gli edifici privati a dover rispettare tale obiettivo. A Basiliano, quindi, sono stati anticipati i tempi: a breve vedrà la luce il piccolo borgo che fonderà il rispetta per la tradizione urbanistica dei paesi friulani con le moderne tecnologie per offrire comfort climatico e abitativo". (Fonte: rivista mensile Banca di Credito Cooperativo di Basiliano "Il Melograno").

AutoreStella Spinelli

Articolo letto 1.088 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli