Bike Guide: l''autobus ecologico a pedali

Bike Guide è un progetto molto originale che combina la pratica del turismo con l'utilizzo intelligente delle energie rinnovabili. Si tratta ancora di un concept ma ha già suscitato molto interesse nell'ambito del design. Il progettista è un giovane ragazzo coreano, Kukil Han, già vincitore di numerosi contest. Bike Guide si esprime già nel suo nome perché il suo elemento principale sono le biciclette.

Bike Guide è stato pensato come un sistema di bike sharing per visitare la città di Seul, ma come questa tante altre. Si tratta di un semplice autobus aperto, all'interno del quale, al posto dei classici seggiolini per i turisti, vi sono state poste delle biciclette. L'autobus ha un motore elettrico con alimentazione a pannelli solari, il sistema fotovoltaico copre, infatti, tutto il tettuccio dell'autobus. Le postazioni per le biciclette sono sei e ognuna è dotata di un piccolo computer di bordo.

Bike Guide_Autobus ecologico con biciclette_Kukil Han

(Bike Guide_Autobus ecologico con biciclette_Kukil Han)


Bike Guide_Autobus ecologico con biciclette_Kukil Han

Il turista che vuole utilizzare questo mezzo di trasporto viaggia in bicicletta senza pedalare, perché inizialmente è l'autobus stesso che funge da traino, ma, al momento del vero e proprio viaggio turistico, avviene un "break off", ovvero le biciclette si staccato dal loro "contenitore".

Insieme al prodotto vero e proprio, il designer ha pensato anche al processo e al servizio ad esso legati. Per quanto riguarda il servizio, appunto, si tratta di offrire al turista la possibilità di effettuare delle visite turistiche inizialmente guidate, in autobus, e poi in completa autonomia, nella maniera più ecologica e salutare possibile, per quanto riguarda il processo, invece, questo è descritto e studiato accuratamente dal designer per mezzo di piccoli "step" consecutivi.

Bike Guide_Autobus ecologico con biciclette_Kukil Han

(Bike Guide_Autobus ecologico con biciclette_Kukil Han)

Il primo Step è ovviamente la richiesta del Bike Guide, "Request". Questa può essere effettuate grazie a delle colonnine interattive disseminate per la città, che Kukil Han ha chiamato "Tourist Spot", proprio perché sono elementi visibili si ma puntiformi e isolati. Sullo schermo dello Spot appare una mappa che da la possibilità all'utente di individuare dove si trova il Bike Guide più vicino a lui, in modo semplice ed efficace, ed è qui che si effettua la prenotazione ed il pagamento del viaggio con la propria carta di credito.

Il Tourist Spot ha anche il ruolo di fermata dell'autobus, in modo tale che al fruitore, dopo aver effettuato la prenotazione dal sistema, può aspettare e prendere posto sulla sua bicicletta appena prenotata, sicuro che l'autobus venga a prenderlo proprio in quel punto ed in tempi brevi. Questo è lo Step 2, "Pick Up".

Il viaggio a bordo dell'autobus è lo Step 3, "Guidance", durante il quale il turista riceve tutte le informazioni sul viaggio e sulla fermata successiva grazie ad uno schermo interattivo posto in alto sulla parete alle spalle dell'autista. Sullo schermo compaiono, quindi, le mappe con il percorso che si sta effettuando, le fermate e tutti i luoghi di interesse.

Bike Guide_Autobus ecologico con biciclette_Kukil Han

(Bike Guide_Autobus ecologico con biciclette_Kukil Han)

Lo Step 4 è il "Bike Tour", il vero e proprio cuore del progetto e di tutta l'esperienza, perché quando l'autobus giunge alla destinazione prefissata di un luogo di particolare interesse turistico per una visita, si ferma e avviene il "break off": le biciclette si staccano dall'autobus per permettere al turista di poter visitare il luogo in piena autonomia. Le biciclette, sono ancorate all'autobus per mezzo di perni per agganciano le ruote, ma arrivati a destinazione, questi perni si ritraggono lasciando libere le ruote e, quindi, l'intero veicolo. Da questo momento in poi il tour diventa autonomo perché ognuno, con la propria bicicletta ha un certo tempo per effettuare la visita turistica in piena libertà.

Per ottimizzare la qualità della gita, ogni bicicletta è dotata di un particolare dispositivo ancorato sul manubrio che fornisce tutte le informazioni sul luogo, non a caso lo Step 5 è stato chiamato "Information".

Questo device è come un piccolo navigatore che, oltre a fornire le informazioni, diventa promemoria del tempo rimanente per la visita. Ha inserito, al suo interno, un cronometro che avvisa il fruitore quando è tempo di ritornare all'autobus, altrimenti detto come Step 5 "Return".

Una volta ritornati all'autobus, c'è lo Step 6, il "Docking", ovvero le ruote delle biciclette vengono di nuovo serrate all'albero centrale dell'autobus, tramite il sistema automatizzato dei perni di chiusura.

Il tour continua con lo Step 8, "Next tour" ed è sempre lo schermo generale che informa sulla fermata successiva.

Oltre alle fermate previste dal tour, ogni turista può esprimere la propria necessità di effettuare una sosta, ad esempio per mangiare. Qui lo Step 9 "Restoration", durante il quale è possibile far fermare l'autobus in una delle fermate apposite e abbandonare la propria bicicletta e, quindi, il viaggio.

AutoreDott.ssa Chiarina Tagliaferri

Articolo letto 701 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli