Bangladesh 100% fotovoltaico entro il 2021? L'ambizione di diventare prima Nazione solare al mondo

Il futuro del Bangladesh si tinge di verde con il fotovoltaico, che fomenta l'ambizione della Nazione di diventare entro il 2021 il primo Stato al mondo alimentato al 100% dall'energia solare. Quella del fotovoltaico è una soluzione ai problemi di approvvigionamento energetico del Paese ormai da diverso tempo, tant'è vero che ad oggi già il 10% delle famiglie locali possono beneficiare di sistemi di alimentazione verde utilizzando impianti fotovoltaici casalinghi.

Ed è proprio al casalingo che punta il Bangladesh per ampliare la propria rete energetica, soprattutto puntando l'obbiettivo verso sistemi off-grid in grado di rifornire zone remote del Paese ad oggi non ancora raggiunte da alcuna copertura elettrica. Il sistema nazionale, inoltre, è soggetto a frequenti blackout che inevitabilmente vanno ad inficiare sulla quotidianità dei cittadini, i quali, in massa, ed anche grazie a massicci interventi del governo, tendono sempre più ad optare per il solare domestico con installazioni private da applicare sui tetti delle abitazioni.

installazione fotovoltaico bangladesh

(Bangladesh 100% solare entro il 2012 grazie a sistemi off-grid)

L'energia solare in Bangladesh è diventata una costante a partire dal 1996, quando i primi interventi, attuati non senza difficoltà, hanno fatto conoscere alla popolazione locale le potenzialità del sistema. Col tempo, e superando le criticità delle prime ore dovute a costi elevati e scarsa competenza tecnica in materia, la diffusione ha sempre più preso piede arrivando a coprire, nel 2014, ben 3,5 milioni di famiglie su di una popolazione formata da 75 milioni di individui.

Ma le ambizioni in materia di fotovoltaico vanno ben oltre i numeri raggiunti fin ora, che comunque sono in costante crescita anche grazie alla mano del governo bengalese, che ha messo sul piatto diversi milioni di dollari da investire nel campo e che fornisce prestiti alle imprese che operano nel settore. Inoltre, le stesse imprese invogliano le famiglie locali ad optare per il fotovoltaico offrendo le installazioni a costi ragionevolmente bassi, che posso essere a loro volta rimborsati per un lasso di tempo che va da uno a tre anni.

Soltanto nel 2014 sono stati installati lungo tutta l'area del Paese ben 480.000 sistemi off-grid, maggiormente presenti in zone remote del Bangladesh, con una media di 50.000/60.000 famiglie che mensilmente hanno optato per una conversione al fotovoltaico. Le ambizioni dell'IDCol (Infrastructure Developement Company Limited), società statale che si occupa degli investimenti nel fotovoltaico, prevedono che entro il 2021 ogni singola abitazione bengalese abbia il proprio sistema domestico di produzione d'energia solare, giocando sulla sensibilizzazione ai temi ambientali ma anche facendo leva sui tanti benefici economici che le singole famiglie possono ottenere. L'obbiettivo di diventare la prima Nazione 100% solare al mondo, per quanto sulla carta complicato da raggiungere, vede ottime e positive premesse che si sommano all'impegno in prima linea del governo, e la scommessa potrebbe davvero essere vinta nei tempi stabiliti.

AutoreDott. Vito Tricarico

Articolo letto 606 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli