Alberi alternativi per un Natale ecosostenibile: splendide idee e alternative green per non rinunciare alle tradizioni rispettando l'ambiente

Se nel nord-est degli Stati Uniti i coltivatori di alberi di Natale non hanno vita facile a causa delle condizioni climatiche (una primavera particolarmente calda nel Vermont e nel New Hampshire ha fatto chiudere i battenti a diversi coltivatori), anche da questa parte del mondo, è ormai scattata la corsa alle decorazioni natalizie e al loro re indiscusso: l'albero di Natale. Tra quanti, in questi giorni, sono impegnati nella corsa alla decorazione, speriamo ci sia chi si sia almeno posto la domanda su come e dove trovare un albero veramente green, senza dover rinunciare a questa sacrosanta tradizione.  

L'albero di Natale è il re indiscusso delle decorazioni natalizie

(L'albero di Natale è il re indiscusso delle decorazioni natalizie)

Il primo dilemma riguarda, innanzitutto, quale tipo di albero acquistare: vero o finto? Qui, i pareri si spaccano: da un lato, i sostenitori dell'albero artificiale sottolineano l'importanza di lasciare intatta la natura, unita alla possibilità di poter riutilizzare il vostro acquisto anche negli anni a venire; dall'altro, invece, c'è chi invita all'acquisto di un albero vero, fra cui la stessa Coldiretti. Perché? Perché i cinque milioni di alberi in plastica la cui vendita è stata preventivata (solo in Italia) per quest'anno, emetteranno una quantità di gas nocivi pari a sei milioni di Km percorsi in macchina. Insomma, fate le vostre considerazioni e scegliete l'alternativa che preferite; in ogni caso (come state per leggere), potrete comunque trovare opzioni più o meno green.

Nel caso abbiate optato per un albero di Natale vero (rassegnandovi anche alla loro naturale asimmetria), sappiate che per essere davvero ecosostenibili, è meglio che vi rivolgiate a un produttore locale, così da sfruttare tutti i vantaggi ambientali del consumo a Km 0. In questo modo, eviterete di partecipare alla distruzione di una foresta e se il vostro rivenditore ha seguito i principi dell'agricoltura biologica, tanto meglio! Assicuratevi anche che sia di un'altezza adatta al vostro soffitto e ora che avete in casa il vostro albero di Natale vero e biologico, sistematelo lontano da caloriferi e spifferi e non fatevi prendere la mano dalle decorazioni: l'albero è vivo e appesantirlo troppo, rischia di spezzarne i rami. Infine, abbiate un occhio di riguardo per il vostro re delle feste, anche una volta che sono finite: ripiantatelo da amici, parenti o, se possibile, anche in un'aiuola del quartiere. Se proprio non doveste riuscirvi, pensate, almeno, alla raccolta differenziata o, addirittura, a trasformarlo in una fonte di calore...

Dopo le feste cercate di ripiantare il vostro albero di Natale

(Dopo le feste cercate di ripiantare il vostro albero di Natale)

Se, invece, avete optato o siete tentati dall'optare per un albero di Natale finto, sappiate che, oltre a esisterne diversi tipi in plastica, non esiste comunque solo la plastica! È un dato importante da tenere presente, visto che la maggior parte degli alberi di Natale in plastica (di provenienza per lo più asiatica) non è biodegradabile. Andate, dunque, alla ricerca di soluzioni alternative e se siete alla ricerca di un oggetto che abbia anche un certo senso estetico, pensate agli alberi della Timbatree, un'azienda inglese che produce alberi in legno certificato FSC (Forest Stewardship Council), nel rispetto dei più alti standard ambientali, sociali ed economici. Questi alberi sono, tra l'altro, facilmente assemblabili e decorabili, con la possibilità di essere riutilizzati un numero infinito di volte.

Gli alberi di Natale Timbatree sono costruiti in legno certificato FSC

(Gli alberi di Natale Timbatree sono costruiti in legno certificato FSC)

Se poi vi piace l'idea di un albero in legno, ma la soluzione Timbatree non vi soddisfa o non vi sembra sufficientemente verde, perché non date un'occhiata agli alberi della sud-africana Buy the Sea, che utilizza solo legname raccolto sulle spiagge lungo la costa dell'Oceano Indiano? I meno tradizionalisti potranno, invece, optare per le creazioni in acciaio e dal design sofisticato (ma facilmente assemblabili) della Tin Town, altra compagnia sud-africana con sede a Città del Capo. Troppo piccoli? Allora, la soluzione che potrebbe fare per voi è il Memory Tree, 2,1 metri in Plexiglass, dotato di 100 cristalli e batteria.

Il Memory Tree, per chi è all a ricerca di un albero dal design moderno

(Il Memory Tree, per chi è all a ricerca di un albero dal design moderno)

AutoreDott.ssa Morena Deriu

Articolo letto 5.528 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli