A Bogotà sorge il comunity center interamente realizzato con bottiglie di plastica

Quando l'arte di arrangiarsi incontra l'ecosostenibile il risultato non può che essere creativo, funzionale e all'avanguardia. Né è un esempio il Community Center sorto di recente a Bogotà, capitale della Colombia, dove nel difficile quartiere Cazuca si è trovato nel riciclo di comuni bottiglie di plastica un escamotage per dare uno spazio di aggregazione ai tanti abitanti della zona, molti dei quali sopravvivono al di sotto della soglia di povertà.

Si stima siano circa 70 mila le persone del quartiere Cazuca che soffrono situazioni di indigenza costrette nella povertà estrema, ed è anche questo uno dei motivi che ha spinto la Fondazione Nukanti ad avviare la costruzione di un centro di aggregazione interamente votato all'eco sostenibilità, in grado di rispondere alle diverse esigenze sociali che gravano sulla popolazione locale.

Facciata Community Center di Bogotà

(Facciata del nuovo Community Center di Bogotà)

Sono 40 mila le bottiglie di plastica in PET con cui, in due anni di lavoro, è stato messo in piedi il nuovo Community Center di Bogotà, dando una mano in questo modo alla riduzione del volume di rifiuti in quanto ogni singola bottiglia inserita nelle mura del centro è stata salvata dalla discarica, destinazione questa  definitiva se nessuno avesse provveduto a riciclarle. Tra i pilastri di cemento, come visibile dalle foto, spuntano le tante bottiglie colorate che costituiscono il corpo della struttura, dove queste, unite tra loro e ai pilastri dal cemento, sostituiscono i comuni mattoni fornendo anche un giusto isolamento termico.

Struttura del community center di Bogotà realizzato con bottiglie di risulta

(Struttura del Community Center di Bogotà realizzato con bottiglie PET)

Non si tratta di certo della prima struttura messa in piedi dal riciclo di bottiglie di plastica, un altro esempio è individuabile in Nigeria dove lo stesso strumento ha dato una mano alla popolazione più povera nel procurarsi un'abitazione sicura ed economica. In questo caso però, la struttura del Comunity Center risponde ad una delicata questione sociale dando non soltanto un punto di aggregazione all'intero circondario, elemento comunque da non sottovalutare, ma anche sensibilizzando ed educando quella stessa popolazione al rispetto e alla salvaguardia dell'ambiente.

Facciata Community Center di Bogotà

(Una delle entrate del nuovo Community Center di Bogotà)

Oltre ad essere realizzato con il riciclo di 40.000 bottiglie di plastica, il Community Center di Bogotà è infatti anche autoalimentato attraverso l'impiego di pannelli solari, attualmente in fase di montaggio, tali da rendere la struttura autonoma dal punto di vista della produzione di energia elettrica. È di notevole importanza per un quartiere delicato come quello di Cazuca avere un punto di riferimento che parli loro anche di ecologia, ed in questo caso, come anche in tanti altri casi, avere un esempio concreto tra le mani vale più di mille spiegazioni teoriche. Il centro è stato concepito, oltre che come luogo di riferimento, per educare gli abitanti del posto all'eco sostenibilità nella costruzione di abitazioni e strutture, fornendo loro insegnamenti in tema di tecniche di costruzione sostenibile.

Il grande potere di questa struttura risiede nella capacità di aggregazione sociale, che permette a quei 70.000 individui costretti in povertà estrema di trovare sfogo per le proprie capacità e abilità, assolvendo funzioni di servizio pubblico e fornendo diversi spazi ricreativi. C'è poi una certa attenzione verso l'imprenditoria sociale, valvola di sfogo anche economico per un gruppo sociale così vasto che ha difficoltà ad accedere ai servizi sociali, e la funzione educativa dei gestori si occupa anche di favorire la comunicazione tra culture diverse che troppo spesso finiscono per costituire motivo di scontro tra la gente. Il progetto è stato realizzato sotto la giuda della Fondazione Kunanti con il supporto della Green Hope Colombia e Starkey Hearing Foundation.

AutoreDott. Vito Tricarico

Articolo letto 422 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli