15 milioni di euro ai Comuni del Sud, per efficienza energetica e rinnovabili

Ancora pochi giorni e poi da lunedì 21 luglio 2014, i Comuni del Sud potranno tranquillamente iniziare a fare le domande relative al Bando "CSE - Comuni per la Sostenibilità" da 15 milioni di euro per potere, in questo modo, dare il via ad un interessante quanto necessario, piano di interventi relativi al miglioramento della efficienza energetica ed all'uso delle rinnovabili.

Questo bando è messo, dunque, a disposizione degli edifici comunali in regioni quali la Calabria, la Campania, la Puglia e la Sicilia. E' il Ministero dello Sviluppo Economico ad informare sulle Modalità di trasmissione delle istanze e sul Modello di domanda. Dunque solo dal 21 luglio 2014 sarà attiva la piattaforma informatica http://cse.mise.gov.it.  I Comuni in esame, dopo essersi registrati, otterranno al proprio indirizzo PEC, le necessarie credenziali per accedere alla piattaforma. Tutte le richieste dovranno necessariamente essere sottoscritte con firma digitale. Nello specifico a chi si rivolge il bando "CSE - Comuni per la Sostenibilità" ? A quelle amministrazioni comunali delle "Regioni Convergenza",  che desiderano dare vita ad interventi su edifici di proprietà dei quali abbiano la disponibilità esclusiva, oppure su edifici di proprietà del Demanio o di un'altra amministrazione pubblica e che siano nella disponibilità esclusiva del Comune che presenta la domanda. Si legge nel decreto che le Università proponenti, con riferimento a ciascun progetto ammesso a finanziamento, dovranno inviare, esclusivamente per posta elettronica certificata l'istanza di finanziamento e la sintesi della proposta progettuale con relativa documentazione.

Nello specifico l'' "Obiettivo Convergenza" è finalizzato ad accelerare lo sviluppo socio economico delle Regioni interessate, arrivando in questo modo ad un tangibile miglioramento delle condizioni per la crescita e per l'occupazione attraverso il miglioramento della qualità degli investimenti in capitale fisico ed umano.

Cosa si prevede? Un contributo a fondo perduto fino al 100% del costo ammissibile per la realizzazione di impianti fotovoltaici, solari termici, di minicogenerazione, pompe di calore per la climatizzazione e servizi connessi. Gli interventi devono avere un importo preciso compreso dai 40.000,00 ai 207.000,00 euro.

Ed ancora: tutti i contributi saranno assegnati nel pieno rispetto dell'ordine cronologico di presentazione delle istanze, fino all' esaurimento delle risorse messe a diposizione. Alla base di tale progetto vi è quello di "promuovere fortemente le opportunità di sviluppo locale, valorizzando i collegamenti tra produzione delle energie rinnovabili, efficientamento e tessuto sociale ed economico dei territori in cui esse si vanno a realizzare".

Chi volesse avere maggiori informazioni a riguardo può visitare il sito ufficiale del "Ministero dello Sviluppo Economico".

AutoreDott.ssa Mariagrazia Poggiagliolmi

Articolo letto 300 volte



Visualizza l'elenco dei principali articoli